Tutte 728×90
Tutte 728×90

Donna rapinata e picchiata a Cosenza, condanne severe per due imputati

Donna rapinata e picchiata a Cosenza, condanne severe per due imputati

Il tribunale collegiale di Cosenza intorno a mezzogiorno di oggi ha condannato due imputati di nazionalità romena, accusati di aver rapinato e picchiato una donna, poi ricoverata per le lesioni riportate al pronto soccorso dell’Annunziata di Cosenza.

All’esito delle rispettive discussioni, dove la pubblica accusa rappresentata dal pm Antonio Bruno Tridico aveva richiesto la condanna sia per Eugene Ciuciu e Florin Iordache, mentre le difese avevano smontato il teorema accusatorio soprattutto in relazione alla rapina di 40 euro, il collegio giudicante – presieduto dal presidente Enrico Di Dedda – ha condannato a 4 anni e 8 mesi Ciuciu e a 4 anni Iordache.

I FATTI. Era l’8 dicembre del 2015 quando l’Aliquota Operativa del Norm di Cosenza – agli ordini del tenente Felice Bucalo – arrestò in flagranza di reato i due romeni, poiché erano intenti ad aggredire una donna che successivamente è stata trasferita al Pronto soccorso dell’Annunziata. Nel corso della perquisizione i militari trovarono anche un coltello e per questo motivo scattò la denuncia anche per porto di armi ed oggetti atti ad offendere.

In seguito le risultanze investigative hanno permesso di accertare che Ciuciu si era reso responsabile anche del reato di sfruttamento della prostituzione ai danni della vittima, per il quale si procede in un altro processo.

Gli avvocati Eugenio Spadafora e Antonio Anselmo annunciano ricorso in Appello, perché la persona offesa aveva ritrattato le sue dichiarazioni in dibattimento rispetto a quanto riferito nell’immediatezza del fatto ai carabinieri della Compagnia di Cosenza. (a. a.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it