Tutte 728×90
Tutte 728×90

FACTOTUM | Droga, usura ed estorsione: la procura chiude le indagini

FACTOTUM | Droga, usura ed estorsione: la procura chiude le indagini

La procura di Cosenza ha chiuso l’inchiesta per coloro che sono indagati nell’ambito del procedimento “Factotum”, l’operazione condotta congiuntamente da Guardia di Finanza e Polizia stradale, che ha interessato lo spaccio di droga, l’usura, l’estorsione e altri reati. Il pm Giuseppe Cozzolino ha notificato l’avviso del 415bis ai soggetti che non hanno patteggiato. 

Al centro dell’indagine vi è Alfredo Albanito che nel suo garage fu ripreso a spacciare droga. Da lui andavano tantissimi clienti, noncuranti che quel luogo in realtà era monitorato dalle forze dell’ordine.

Per il gip Francesco Luigi Branda si è trattato di un lavoro investigativo esemplare che ha raccolto tanti elementi contro gli inquisiti, arrivando direttamente al cuore del reato. Non è un caso infatti che una buona parte degli indagati hanno patteggiato la pena, e quindi, non sono presenti nell’avviso di conclusioni delle indagini preliminari.

A questo punto, rischiano il processo Giuseppe Nicoletti, Fabrizio Calonico, Francesco Porco, Michele Cupone, Vincenzino Scaglione, Mario Malizia, Antonello Staccaneddu, Gennaro Spadaro, Emilio Pastorella, Salvatore Russo, Valentino Travo, Alfredo Albanito, Gianluigi Scaglione, Nives Nisticò, Saverino Turano, Francesco Mancini, Antonino Nesci, Gianluca Filice, Gabriele Gallo, Giorgio Pasqua, Pina Raimondi, Miriam Bartolomeo, Andrea Cozzetto, Anna Muto, Piero Imbrogno, Gaspar Salerno, Angelo Paolo Gabriele, Giulio Cedolia, Andrea Palumbo, Mauro Salvatore Pometti, Franco Frontino, Antonello Vetere, Luca Gencarelli, Donovan Falbo, Franco Iaquinta ed Egidio Callegari.

Il collegio difensivo è composto, tra gli atri, dagli avvocati Filippo Cinnante, Antonio Ingrosso, Paolo Pisani, Cristian Cristiano, Luigi Malomo, Francesco Nicoletti, Giuseppe Malvasi, Cesaree Badolato, Domenico Caputo, Giorgia Greco, Francesco Calabrò, Paola Calabria, Ambrogio Aloe, Maria Teresa Falcone e Domenica Nociti. (a. a.)

Related posts