Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Angelis: «Un pubblico da sballo. Mercoledì voglio leoni in campo»

De Angelis: «Un pubblico da sballo. Mercoledì voglio leoni in campo»

L’allenatore del Cosenza Stefano De Angelis parla anche delle assenze: «D’Orazio, Letizia e Pinna da una parte e Iannini e Casoli dall’altra nell’economia delle due squadre si equivalgono».

Stefano De Angelis inizia dal pubblico, fresco degli applausi che il Marulla ha tributato a lui e a tutti i calciatori. «I tifosi sono stati fantastici. Il ringraziamento ai tifosi da parte della società è sacrosanto e mi associo al presidente e al direttore». Poco prima, infatti, sul direttore generale Carlo Federico a nome del club si era presentato in sala stampa sottolineando come la dirigenza intendesse rivolgere un applauso a tutti i sostenitori presenti al Marulla.

«Il Matera ha calciatori di categoria superiore – spiega De Angelis – ci sta che contro di loro si subisca nell’uno contro uno. Non voglio parlare del rigore, ma non abbiamo mai subito la profondità e abbiamo soprattuto lottato come leoni sulla seconda palla».

I cambi fatti viaggiavano nell’ottica di realizzare il terzo gol. «Dovevamo sfruttare quel momento e gli uomini a disposizione ci sono – aggiunge De Angelis – Poi l’espulsione di Pinna ha rimescolato le carte. Mercoledì sono convinto che sarà un’altra bella partita, ma permettetemi di pensarci da domani. Per noi sarà importante valutare situazioni degli infortunati e della squalifica di Pinna. Chi scenderà in campo darà sicuramente il massimo».

Al ritorno diverse assenze. «D’Orazio, Letizia e Pinna contro Iannini e Casoli? Nell’economia delle due squadre le assenze si equivalgono. La condizione è buona da parte di tutti noi. Che De Angelis vedo da Matera a Matera? Sicuramente cambiato, ma non sono altezzoso al punto da dire che sono bravo. Tutto ciò di buono che abbiamo fatto è merito anche dei ragazzi».

Related posts