Tutte 728×90
Tutte 728×90

Festival del Lungofiume, critiche a Occhiuto da quattro consiglieri di minoranza

Festival del Lungofiume, critiche a Occhiuto da quattro consiglieri di minoranza

L’amministrazione annuncia il Festival del Lungofiume ma rifiuta la proposta dei consiglieri di minoranza di scegliere con manifestazione di interesse gli artisti locali che potranno esibirsi.

I consiglieri di minoranza, Damiano Covelli, Enrico Morcavallo, Bianca Rende e Alessandra Mauro criticano l’amministrazione comunale diretta da Mario Occhiuto per il mancato bando di manifestazione di interesse per la selezione degli artisti che si esibiranno durante il Festival del Lungofiume.

«Il dirigente e la maggioranza – si legge nella nota – hanno candidamente ammesso che a scegliere gli eventi saranno loro, magari limitandosi “a tenere in considerazione” le offerte pervenute nel corso dell’anno al Comune. Ma con quale criterio?», si domandano i quattro consiglieri di minoranza dopo la convocazione della commissione consiliare “Sport e Grandi Eventi”.

«Per quanto ci riguarda, abbiamo sottolineato che gli spettacoli organizzati da un Ente Pubblico devono, invece, rispondere a criteri di trasparenza, imparzialità,ed evidenza pubblica, criteri essenziali, quando si gestiscono le risorse dei contribuenti. Abbiamo inoltre, evidenziato come, in una città in cui vi sono scarse ed occasionali possibilità per giovani artisti di esibirsi, sia doveroso dare a tutti l’opportunità di potere offrire la propria proposta artistica», continua il comunicato stampa.

«La legge offre la procedura della “manifestazione di interesse” proprio per dare risposte ai problemi da noi evidenziati, garantendo il massimo della legittimità e trasparenza. Ancora una volta il Sindaco sceglie la forma, forse più facile, dell’oligarchia (peraltro, spesso priva di adeguati titoli) lasciando alla mercé qualsivoglia principio democratico di buon governo», concludono i quattro consiglieri comunali.

Related posts