Tutte 728×90
Tutte 728×90

Corbelli offre il latte ai bambini poveri di Cosenza

Corbelli offre il latte ai bambini poveri di Cosenza

Corbelli ha aperto un fondo sociale con i soldi della sua indennità, che percepisce dalla Regione, pari a 800 euro netti mensili. La prossima distribuzione è fissata per lunedì 29 maggio.

«I bambini poveri e altre persone malate e indigenti, di Cosenza e dell’hinterland, continueranno ad avere il latte, che sarà di nuovo offerto da Diritti Civili, come già avvenuto per il mese di maggio, e distribuito ogni lunedì pomeriggio, dalle 17 alle 19, in via Romualdo Montagna, dal Paradiso dei Poveri di Padre Fedele Bisceglia e dei suoi due storici collaboratori, Giovanni Valentino e Teresa Boero.  La prossima distribuzione è fissata per lunedì 29 maggio». Lo rende noto Franco Corbelli, leader del movimento Diritti Civili e delegato della Regione per la tutela e promozione dei diritti umani.

Il grido di aiuto lanciato ieri da Giovanni Valentino è stato subito raccolto da Corbelli che già in mattinata ha consegnato a Padre Fedele un altro assegno per l’acquisto del latte anche per il prossimo mese di giugno.

«Le scorte di latte per i bambini poveri – dice Corbelli – sono terminate. C’è bisogno di latte per il prossimo mese di giugno. Aumentano purtroppo i poveri (molti i nostri concittadini, oltre ai migranti), mentre continua l’indifferenza e il silenzio di tutte le istituzioni che chiudono gli occhi di fronte al dramma di quei bambini e delle loro poverissime famiglie».

A rispondere alla richiesta di aiuto di Padre Fedele è stato Corbelli, che continua ad offrire il latte ai bambini poveri, grazie al fondo sociale che ha aperto con i soldi della sua indennità, che percepisce dalla Regione, pari a 800 euro netti mensili, che ha interamente destinato a iniziative umanitarie come questa del latte ai bimbi poveri assistiti dal frate missionario. Sono stati molti i bambini che accompagnati dai loro genitori o da altri familiari si sono presentati in questo mese, ogni lunedì in via Romualdo Montagna. La maggior parte sono cittadini di Cosenza. Diverse anche le persone disabili e qualche anziano. Un quantitativo di latte viene mandato anche in alcuni paesi dell’hinterland per alcune famiglie indigenti del posto.

«Il latte ai bambini poveri non dovrà mai mancare – chiude Corbelli – Anche se lasciati soli dalle Istituzioni faremo di tutto con Padre Fedele, Giovanni e Teresa perché questi bambini e le loro famiglie abbiano ogni giorno il latte insieme agli altri alimenti. Vogliamo fare questo piccolo, doveroso regalo per vedere sempre sui loro volti un sorriso».

Related posts