Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Angelis: «C’è l’amaro in bocca, ma a Cosenza ci servirà il tifo del Marulla»

De Angelis: «C’è l’amaro in bocca, ma a Cosenza ci servirà il tifo del Marulla»

Il tecnico Stefano De Angelis sottolinea: «Ora dobbiamo recuperare forze fisiche e mentali da subito perché abbiamo speso tanto. Quanta paura per Baclet! Poca comunicazione tra arbitro e guardalinee».

Stefano De Angelis pensa già a quello che succederà domenica a Cosenza. «Stasera abbiamo giocato contro una squadra che dispensa un ottimo calcio, probabilmente il migliore tra le otto che sono rimaste in corsa: ha anche interpreti di categoria superiore – ha detto dai microfoni di Jonica Radio – Non abbiamo sfruttato le ripartenze, ma al ritorno dovremo fare un altro match e servirà l’apporto del Marulla tutto».

Il Cosenza si è concentrato sulla fase difensiva lasciando campo al Pordenone. «Gara di sofferenza? Noi non abbiamo la qualità di altre squadre, ma l’agonismo che ci contraddistingue ci permette di reggere botta. Pensavo di tornare a Cosenza con lo 0-0, è ovvio che il gol di Semenzato ci abbia lasciato l’amaro in bocca. Ora dobbiamo recuperare forze fisiche e mentali da subito perché abbiamo speso tanto».

Chiusura dedicata a Baclet e alla post-season. «Abbiamo avuto molta paura per Allain – ha chiuso De Angelis – e c’è stata poca comunicazione tra l’assistente e l’arbitro che non hanno ritenuto opportuno fermare il gioco. I playoff sono un bel vedere per tutti, con tanti risultati in bilico come si è visto anche stasera».

Related posts