Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, scarcerato il commerciante egiziano. Per il Riesame non si tratta di estorsione

Cosenza, scarcerato il commerciante egiziano. Per il Riesame non si tratta di estorsione

E’ stato scarcerato il commerciante egiziano di Cosenza, arrestato nelle scorse settimane perché accusato di estorsione ai danni di un avvocato del foro di Cosenza. Lo ha deciso oggi il tribunale del Riesame che ha accolto totalmente le tesi difensive esposte dagli avvocati Ernesto Granieri e Eugenio Caruso, difensori dell’indagato.

E v’è di più, perché secondo il presidente Valea non si configura nel caso di specie il reato di estorsione, bensì quello di esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Il gip di Cosenza infatti aveva condiviso la richiesta di misura cautelare avanzata dalla procura di Cosenza, applicando gli arresti domiciliari revocati poi nel giro di poche settimane con un obbligo di presentazione alla polizia giudizio e divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, visto l’altra contestazione che riguarda il reato di stalking.

Secondo l’accusa, l’egiziano si sarebbe presentato nello studio del professionista, pretendendo un ingiusto risarcimento complessivo di 25mila euro a causa di due pignoramenti subiti e mai opposti per i due locali che gestiva: quello di Cosenza e quello di Lamezia Terme.

La persona offesa sarebbe stata costretta a consegnare all’egiziano in più tranches 2650 euro, per timore di ritorsioni e minaccia di morte anche nei confronti dei propri familiari. (a. a.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it