Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tra i tanti cambi e le pochissime conferme. Come cambiano le panchine nel girone del Cosenza

Tra i tanti cambi e le pochissime conferme. Come cambiano le panchine nel girone del Cosenza

Casi difficili a Catanzaro, Fondi ed Agrigento che prima devono risolvere i problemi societari. Sono solo due le squadre che hanno confermato l’allenatore (più il Rende probabile riprescato). Otto i nuovi allenatori già ufficiali (o quasi).

 

IN DUBBIO – Il Cosenza non è la sola squadra del probabile Girone C della prossima Serie C a non aver ancora deciso l’allenatore. Ci sono infatti almeno altre 8 società che non sanno ancora a chi affidare la guida tecnica per la stagione che inizierà tra poche settimane. I casi più difficili sono quelli di Catanzaro, Fondi e Akragas. Le tre squadre devono prima risolvere i problemi di iscrizione viste le crisi societarie. Iniziamo dai cugini. Dopo il terremoto con l’arresto del patron Cosentino, tutto da decifrare il futuro dei giallorossi. Mister Erra ha un contratto fino al 2018 ma in questo momento non ci sono molte certezze sul futuro. Anche l’avvenire della Fondi è in forte dubbio. L’Unicusano, proprietaria del club, sta per acquistare la Ternana ed abbandonare Fondi. In Umbria si sposterebbero anche il direttore sportivo Evangelisti e l’allenatore Pochesci. All’acquisizione del Fondi sembrerebbe interessato Pezone, numero uno del Racing Roma appena retrocesso in D, che ha affidato la panchina al Principe Giuseppe Giannini. Pronto il trasloco? Situazione in bilico anche per l’Akragas. Mister Di Napoli non dovrebbe rimanere in panchina ed è corteggiato dal Siracusa, orfano di Sottil, che ha deciso di lasciare gli aretusei. Senza allenatore anche Matera (Auteri sta trattando la rescissione prima di accasarsi al Padova), Messina, Trapani e Bisceglie. Curioso il caso dei pugliesi neopromossi. La società ha esonerato mister Ragno tramite il sito web. Ed ora è alla ricerca di una nuova guida tecnica. Ballotaggio tra Bitetto e Zavettieri.

NUOVI –  Iniziamo dalla Juve Stabia. Le vespe si affideranno quasi certamente a Fabio Caserta. L’ex capitano, dopo l’anno da secondo con Fontana e Carboni, dovrebbe essere promosso a primo allenatore. Cambia anche la Virtus Francavilla. In panchina ci sarà l’ex centrocampista Gaetano D’Agostino che dopo aver guidato l’Anzio in D nella stagione appena conclusa, prenderà la pesante eredità di Calabro, passato al Carpi in B. Promozione dalla Berretti per Matrecano alla Paganese. L’ex difensore del Perugia avrà nel suo staff il castrovillarese Fabio De Sanzo come secondo. Sostituisce Grassadonia, passato in B alla Pro Vercelli. Cambia anche la Casertana che si affiderà a Scazzola, reduce dall’esperienza al Siena. E’ di ieri invece l’ufficialità di Cristiano Lucarelli come nuovo allenatore del Catania. L’ex attaccante del Cosenza cercherà di dare stabilità ad una panchina che solo nell’ultimo anno ha avuto 3 padroni (Rigoli, Petrone e Pulvirenti). Nuovi allenatori anche per Reggina e Fidelis Andria. Gli amaranto, un pò a sorpresa, hanno sostituito Zeman con Maurizi, vulcanico tecnico laziale reduce da qualche esperienza non proprio esaltante tra Lupa Roma ed Ischia. Loseto è invece il nuovo allenatore della Fidelis Andria. L’ex difensore del Bari sostituisce Favarin. Anche la neopromossa Sicula Leonzia avrà un nuovo allenatore. Si tratta dell’ex cosentino Pino Rigoli che sostituisce Ciccio Cozza che, dopo il trionfale campionato alla guida dei siciliani, ha preferito rimanere in D approdando al Taranto.

LE CONFERME – Pochissime. Un pò a sorpresa il Lecce ha dato fiducia a mister Rizzo anche per la prossima stagione. Dopo la salvezza raggiunta, anche il Monopoli dovrebbe ripartire da Zanin. In attesa del probabile ripescaggio anche il Rende. I biancorossi però non hanno dubbi ed in panchina è certa la riconferma di Trocini. (Alessandro Storino)

 

Related posts