Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, è la settimana degli annunci. Le trattative ruolo per ruolo

Cosenza, è la settimana degli annunci. Le trattative ruolo per ruolo

Nessuno svincolato, per questo Via degli Stadi non ha regalato annunci ai suoi tifosi fino ad oggi. I contatti presi dal direttore sportivo Trinchera sono finalizzati ad alzare il tasso tecnico dell’organico.

Da oggi ogni istante potrebbe essere il momento giusto. Il Cosenza negli ultimi venti giorni ha lavorato sotto traccia imbastendo trattative con una serie di calciatori. Ora è intenzionato a chiuderle. Nessuno svincolato, per questo Via degli Stadi non ha regalato annunci ai suoi tifosi fino ad oggi. I contatti presi dal direttore sportivo Trinchera sono finalizzati ad alzare il tasso tecnico dell’organico in ogni reparto, forte del milione e 300mila euro messo a disposizione da Guarascio per gli stipendi netti da corrispondere nel corso del torneo 2016-2017.

DIFESA. Non è un mistero che Riccardo Idda (‘88) della Virtus Francavilla possa essere potenzialmente il primo acquisto del Cosenza. Lo stopper ha un contratto fino al 2018 con i salentini, ma è fiducioso sul buon esito della trattativa. Funzionale ad una retroguardia a tre o anche ad una a quattro, è un fedelissimo del ds. Nei giorni scorsi era circolata con insistenza la notizia che voleva i rossoblù interessati a Raffaele Schiavi (‘86) della Salernitana: l’ingaggio è fuori budget, ma se i granata decidessero di contribuire…

CENTROCAMPO. Su Salvatore Burrai (‘87) ci sono i top-club della categoria: per strapparlo al Pordenone stanno usando argomentazioni migliori di quelle dei Lupi. In stand-by l’affare con Paolo Capodaglio (‘85), ma dovrebbe sbloccarsi presto se il Cosenza alzasse un po’ la posta. Rossoblù in pole position per Andy Bangu (‘97) della Fiorentina visto i buoni rapporti tra ds, mentre per Roberto Ranieri (‘97) dipende dall’Atalanta e dalle intenzioni degli orobici: spedirlo in B (Cremonese), tenerlo in una squadra che lotta per il primo posto in C o dare fiducia ancora ai silani? Ad oggi un secondo atto sembra davvero complicato.

ATTACCO. Mamadou Kanoute (‘93) e Giuseppe Caccavallo (‘87) sono gli esterni che stuzzicano maggiormente Fontana e Trinchera. Per entrambi, però, la strada che porta alla fumata bianca non è in discesa visto la concorrenza. L’agente dell’ala del Venezia ha parlato di nodo-ingaggio, mentre sul senegalese c’è mezza Serie C. Al centro dell’attacco, se dovesse partire uno tra Mendicio e Baclet, il primo nome caldo è Matteo Di Piazza (‘88), cercato pure da Meluso a Lecce. Ha storto un po’ il naso con un post pubblico su FB perché vorrebbe restare a Foggia, ma il mercato è appena iniziato e “qualcuno” gli ha suggerito di rimuovere la riflessione dopo pochi minuti. Consiglio accettato repentinamente. (Francesco Pellicori)

Related posts