Tutte 728×90
Tutte 728×90

Droga e armi, otto arresti nel Pollino. Cosimo Donato dava ordini dal carcere

Droga e armi, otto arresti nel Pollino. Cosimo Donato dava ordini dal carcere

I carabinieri della Compagnia di Castrovillari hanno eseguito oggi otto arresti, di cui 2 in carcere e 6 agli arresti domiciliari, nei comuni di Firmo, Lungro, Spezzano Albanese e Cetraro.

Le misure, emesse dal Tribunale di Castrovillari, nascono da una complessa attività investigativa condotta dalla compagnia di Castrovillari inerenti diverse ipotesi di reato: detenzione e porto di armi comuni e clandestine, acquisto, spendita ed introduzione nello Stato di banconote falsificate, truffa, ricettazione, furto in abitazione, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione.

Tra gli arrestati vi è anche Cosimo Donato, sotto processo per la morte del piccolo Cocò Campolongo – ucciso nel gennaio del 2014 a Cassano all’ionio – tramite la moglie, Vittoria Bellusci, che andava a trovarlo in carcere, anche lei arrestata, avrebbe dato disposizioni ai componenti della banda per proseguire, in sua assenza, le attività criminali.

Sarebbe anche stato rilevato il suo risentimento, con propositi di vendetta, nei confronti dei carabinieri che lo avevano arrestato. Nel corso delle indagini, i militari hanno trovato e sequestrato due fucili, una pistola, con relativo munizionamento, stupefacenti e banconote contraffatte. Per questi ritrovamenti erano state già eseguite, nel settembre del 2016, nove ordinanze di custodia cautelare in carcere e diverse denunce.

Nel mirino della procura di Castrovillari sono finiti anche Vittoria Bellusci, Angelo Bellusci, Bruno Mirko, Francesco Donato, Pasqualina Pellegrini, Sandro Cofone e Alessio Carmine Tundis.

Related posts