Tutte 728×90
Tutte 728×90

A Schiavonea va in scena “U cuntratti i matrimmonij”

A Schiavonea va in scena “U cuntratti i matrimmonij”

Venerdì 14 luglio terzo appuntamento della III edizione della “Mostra Nazionale d’Arte del Teatro amatoriale Italiano”. Nel Quadrato Compagna a Schiavonea di Corigliano Calabro , andrà in scena lo spettacolo, fuori concorso, realizzato da Laboratorio teatrale – Teatro in Erba Gianni Rodari/Ics Vincenzo Tieri (originari di Corigliano Calabro), dal titolo “U cuntratti i matrimmonij”, per la regia e adattamento di Act Vincenzo Tieri tratto da un testo di Teresa Gallina.



Note di regia
Tratto dalla commedia di Teresa Gallina rappresentata dall’Atc Tieri nel 2000 , è uno spettacolo in vernacolo di Corigliano che si svolge in due atti. La vicenda, ambientata negli anni 50/60, si svolge in un tipico vicinato coriglianese tra due famiglie che cercano disperatamente di far sposare i rispettivi figli, timidi, imbranati e in età avanzata. A “semplificare” le cose, ci pensa un intricante comare la quale, spinta da interessi personali, s’insinua nella situazione combinando il sospirato matrimonio. Tuttavia, per ragioni di “dote” piuttosto che di “amore” il matrimonio tra i due “promessi sposi” va a monte. A riappacificare gli animi, provvede il Parroco del paese, il quale, pur essendo persona autorevole e degna di stima, attratta da interessi materiali e terreni, finisce con risolvere la situazione a proprio vantaggio. Sulla scena si alterneranno 10 personaggi e 20 attori.




Ad ideare la manifestazione: la Fita – Comitato provinciale Cosenza (Federazione italiana teatro amatori) con il patrocinio della Provincia di Cosenza; delle amministrazioni comunali di Corigliano Calabro, Oriolo, Rossano e Cassano all’Ionio; Unpli; Rotary Distretto 2100 – Corigliano, Rossano, “Sybaris”. A curare la direzione artistica del festival, il presidente Fita Comitato provinciale Cosenza, Antonio Maria D’Amico.
Il Premio Ausonia ha visto la luce tre anni fa grazie all’intuizione del Presidente della Fita provinciale di Cosenza, Antonio Maria D’Amico. Quest’anno, grazie al successo conquistato nelle precedenti edizioni, diventa “Mostra del Teatro Amatoriale – Premio Ausonia”. Una rassegna che si articolerà in tre sezioni: Premio Ausonia; Premio Miglior regista e Premio per il Teatro Popolare e di tradizione. L’edizione 2017 si svolgerà nei quattro grandi centri che compongono la Piana di Sibari: Corigliano Calabro, Rossano, Oriolo e Cassano all’Ionio e che rappresentano le porte d’accesso del Quadrato Compagna, come ha spiegato il direttore artistico D’Amico. In scena, 16 compagnie teatrali amatoriali italiane che si contenderanno il primo premio. A valutare le migliori produzioni una giuria di esperti del settore.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it