Tutte 728×90
Tutte 728×90

Premio Sila, il 19 luglio si presenta la Decina

Premio Sila, il 19 luglio si presenta la Decina

E’ prevista per il prossimo mercoledì 19 luglio, alle 18.30, nei locali della libreria Ubik di Cosenza, la presentazione della Decina delle opere finaliste della sezione letteratura del Premio Sila 49, edizione 2017.

Alla presentazione prenderanno parte il direttore del Premio, Gemma Cestari, il presidente della Fondazione Premio Sila, Enzo Paolini, il presidente della Giuria, Amedeo Di Maio e lo scrittore e critico letterario Emanuele Trevi che illustrerà in dettaglio le opere finaliste. A partire da questa edizione si aggiungerà alla Giuria del Premio Sila ‘49 lo storico dell’arte, professore universitario, editorialista e blogger italiano, Tomaso Montanari.




Allievo di Paola Barocchi alla Scuola Normale Superiore di Pisa, è professore ordinario di Storia dell’Arte moderna all’Università degli Studi di Napoli Federico II. I suoi studi riguardano soprattutto l’arte europea dell’età barocca. Dopo aver collaborato con Il Fatto Quotidiano e il Corriere del Mezzogiorno, dal novembre 2014 scrive su Repubblica, sul cui sito tiene il blog Articolo 9. Ha scritto anche per il Corriere Fiorentino, il dorso locale del Corriere della Sera. Ha vinto il Premio Giorgio Bassani di Italia Nostra (novembre 2012) e ha ricevuto dal Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano l’onorificenza di Commendatore «per il suo impegno a difesa del nostro patrimonio» (marzo 2013).

E’ stato membro della Commissione per la riforma del Ministero per i Beni Culturali istituita dal ministro Massimo Bray nel settembre 2013. Ha condotto La libertà di Bernini su Rai 5 e, dal 16 dicembre 2016, La vera natura di Caravaggio, 12 puntate che ripercorrono la vicenda biografica e artistica del pittore.

Ha pubblicato vari saggi sullo stato della storia dell’arte in Italia, sulla difesa del patrimonio culturale  ed artistico e sulla relazione tra intellettuali e potere tra i quali “A cosa serve Michelangelo?” (Einaudi 2011), “La madre dei Caravaggio è sempre incinta”, (Skira 2012), “Le pietre e il popolo”, (minimum fax 2013), “La libertà di Bernini.La sovranità dell’artista e le regole del potere” (Einaudi 2016) e “Cassandra muta. Intellettuali e potere nell’Italia senza verità” (Edizioni gruppo Abele, 2017).

Related posts