Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende senza acqua, Manna scrive al Prefetto per la crisi idrica

Rende senza acqua, Manna scrive al Prefetto per la crisi idrica
Il sindaco di Rende Marcello Manna ieri mattina ha inviato una lettera al Prefetto, alla Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco con oggetto richiesta di autobotti.
Sono giornate difficili per Rende. Come per altri comuni della provincia di Cosenza. Il problema di mancanza di acqua in alcune zone della città persiste e le telefonate di protesta dei cittadini al comune sono costanti e anche con toni molto esasperati. C’è bisogno di autobotti, ma il comune non possiede autobotti con acqua potabile. Il sindaco di Rende Marcello Manna ieri mattina ha inviato una lettera al Prefetto, alla Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco con oggetto “Richiesta di ausilio autobotti acqua potabile da utilizzare nel territorio del comune di Rende”.
E nella lettera lo stesso sindaco specifica che per le zone di Arcavacata, Surdo, Via Svizzera (loc Santo Stefano), chiede «l’ausilio di tre autobotti di acqua potabile data la persistente carenza idrica». Nella stessa mattinata il sindaco ha incontrato nella sua stanza alcuni cittadini di Arcavacata molto arrabbiati perché mancava acqua nelle loro case, ma nella giornata poi si è cercato di risolvere il problema, anche se il sindaco ha invitato i dipendenti della società Acque Potabili e anche i dipendenti della casa comunale ad “avere con i cittadini, in queste giornate molto complicate, più disponibilità al dialogo».

«Siamo in una fase delicata e per questo il cittadino deve conoscere tutto per bene e quali siano i problemi di questa mancanza d’acqua frequente» ha detto Manna. Lunedi mattina il sindaco di Rende incontrera’ il direttore di Acque Potabili Tenuta proprio per fare il punto della situazione e cercare di mettere in chiaro per gli stessi cittadini quale e’ la situazione e cosa si prevede per i prossimi giorni.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it