Tutte 728×90
Tutte 728×90

I tifosi del Cosenza non hanno dubbi: aspettano l’arrivo di un regista di qualità

I tifosi del Cosenza non hanno dubbi: aspettano l’arrivo di un regista di qualità

Il 67% degli sportivi che ha votato il nostro sondaggio aspetta l’uomo in grado di dettare i ritmi del gioco di Fontana. Il 22%, invece, vorrebbe un attaccante centrale da doppia cifra.

Non hanno dubbi i tifosi del Cosenza che hanno partecipato al sondaggio proposto da CosenzaChannel.it: Trinchera dovrebbe ingaggiare un regista di qualità. Ha risposto così il 67% dei votanti, individuando nel cuore della manovra dei Lupi l’attuale punto debole dell’organico a disposizione di Gaetano Fontana. Il trainer dei Lupi sta per il momento alternando Palmiero e Capece davanti alla difesa ed entrambi stanno rispondendo molto bene alle sollecitazioni. Anche il biondo centrocampista ex Arezzo ha ritrovato il sorriso dopo l’ultimo torneo.

Per il 22% invece servirebbe un attaccante centrale. Probabile che, qualora il ds ne prenda uno, avvenga dopo il sacrificio di Baclet o Mendicino. Chiaro che privarsi di uno dei due implicherebbe l’arrivo di un elemento di qualità superiore, altrimenti l’operazione avrebbe davvero poco senso.

Il 9% auspica l’arrivo di un ulteriore interno di centrocampo, mentre soltanto l’1% vorrebbe ancora un’ala che possa far rifiatare Statella, Caccavallo e i giovani del Napoli. Davvero pochi, infine, quelli che credono che il Cosenza stia bene così.

Per ciò che concerne i commenti, Claudio Coscarella sottolinea: «A mio parere, per quanto concerne i titolari, mancano un regista alla Arrigoni, un terzino destro, un esterno alla Carretta ed una punta da tanti goal (cedendo in tale caso, uno tra Mendicino e Baclet)». Secondo Carlo Ammirato «dopo l’acquisto di Idda, che gioca alla Bonucci, potrebbe bastare una grande punta centrale, forte di testa e ottima difesa possesso palla». Più drastico invece Maurizio Moccia: «E’  inutile comprare esterni e attaccanti se manca (da più di 3 anni) un mediano completo che ti fa girare la squadra e ti lancia gli esterni con passaggi filtranti (e non il solo il lancio lungo alla Arrigoni, per carità). A parte questo punto fondamentale,che spero Trinchera risolverà, manca un’opzione fondamentale: il terzino destro».

Anche su Facebook tantissimi interventi. Gianfrancesco De Napoli ha la soluzione: «Ci manca sicuro un buon terzino destro e un centrocampista. L’anno scorso a noi sono mancati i centrali difensivi che abbiamo sostituito, spero bene, visto che Tedeschi e Blondett hanno sbagliato molto». Giovanni Conforti prenderebbe «Un forte centrocampista di qualità e spessore, un esterno destro basso e una prima punta capace di andare in doppia cifra». Per chiudere, una riflessione di Mimmo Mussacchio: «Come sempre manca il bomber che segni reti a doppia cifra, quelli che fanno la differenza! Non lo è Mendicino e soprattutto Caccavallo, che escluso l’annata storica di Pagani, è un attaccante di 4/5 gol a stagione. Poi manca il metronomo di centrocampo, per intenderci l’Arrigoni della situazione! Manca un terzino, un esterno d’attacco. Se dovessero mancare i due centrali di difesa, per infortunio o squalifica, chi sarebbero i sostituti?».

Related posts