Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pambianchi: «Rende è la scelta giusta». Il club dà il via alla campagna abbonamenti

Pambianchi: «Rende è la scelta giusta». Il club dà il via alla campagna abbonamenti

Il difensore ex Taranto Pambianchi aspetta il ripescaggio: «Dobbiamo stare sereni, pensare a fare bene il ritiro senza avere altri pensieri. In questo modo prepareremo al meglio la stagione che verrà».

VILLAGGIO BAFFA Il Rende ha scelto di praticare un ritiro precampionato letteralmente immerso nella natura. Il campo di allenamento, situato a Villaggio Baffa (mentre l’Hotel che ospita la squadra è a Villaggio Palumbo), è circondato da una ricca vegetazione di pini.

La squadra del presidente Coscarella è in attesa, come confermato ai nostri microfoni dal tecnico Brunello Trocini, del possibile ripescaggio nella terza serie. Nel frattempo, il direttore sportivo Giovambattista Martino, presente alla seduta, sta monitorando vari profili per consegnare nelle mani del tecnico scuola Cosenza una rosa all’altezza del campionato di Serie C. Infatti, sembra mancare soltanto l’ufficialità da parte della Lega Pro (la decisione dovrebbe essere comunicata nei primi di agosto) ed il Rende potrà ritornare in quella categoria che la visto protagonista circa 34 anni fa.

Uno dei primi arrivi a Casa Rende è stato Francesco Pambianchi, difensore classe 1989, proveniente dal Taranto (retrocesso nella scorsa stagione). «Ho voluto sposare il progetto del Rende – spiega il difensore – perché ho incontrato persone serie, che hanno tanta voglia di fare bene, di accedere alla Lega Pro tramite ripescaggio e partire con il piglio giusto».

A Taranto, nella stagione passata, non si riuscì a mantenere la categoria. In riferimento a questo, Pambianchi analizza: «Non funzionarono tante cose. Personalmente, a fine anno, ebbi anche un sfogo riguardante il gruppo. E’ mancata la giusta serietà nell’arco della stagione. Tanti allenatori sostituiti, tanti cambi di preparatori. Fattori che hanno impedito il raggiungimento della salvezza».

Il presente, però, si chiama Rende, si chiama (probabile) Serie C: «Ci crediamo – puntualizza Pambianchi – Intanto, stiamo lavorando. Dobbiamo stare sereni, pensare a fare bene il ritiro senza avere altri pensieri. In questo modo prepareremo al meglio la stagione che verrà. La società è composta da persone competenti, che vogliono fare del bene per il Rende. Hanno un bel progetto e, credo, che ci siano tutti i fattori per vivere una bella annata e lavorare, poi, in ottica futuro».

Il gruppo? «Formato da ragazzi sani, il tecnico è giovane e tutto lo staff è di un ottimo livello». Focus sulle caratteristiche proprie di Pambianchi: «Sono un difensore centrale, mancino. Mi piace giocare con il pallone e propormi in avanti. Tuttavia – conclude – sarete voi a giudicarmi nel corso della stagione. Personalmente sono molto critico e modesto, non mi va di sbilanciarmi prima della stagione».

ABBONAMENTI. La squadra, come accennato, ha svolto, nella prima parte della seduta, esercizi fisici ed atletici, e, nella seconda parte, ha lavorato molto con il pallone sotto gli occhi vigili dello staff tecnico. In attesa del ripescaggio, il Rende ha fissato l’inizio della campagna abbonamenti. La prima “offerta” sui prezzi delle tessere sarà valida dal prossimo 24 luglio fino al 4 agosto. 100 euro per la Tribuna Est, 200 per la Ovest, mentre 350 euro per la Tribuna Numerata. “Prenotiamo…C”, è la frase scelta dal club per promuovere l’iniziativa. (Giulio Cava)

Related posts