Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, bordate del Psi all’assessore Munno: «Sulla Tari ha sbagliato, si dimetta»

Rende, bordate del Psi all’assessore Munno: «Sulla Tari ha sbagliato, si dimetta»

Ancora polemiche a Rende tra il Psi cittadino e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Marcello Manna. Stavolta a finire nel mirino del segretario Francesco Tenuta è l’assessore Pino Munno. «Il passo indietro effettuato dall’Assessore Munno, di rinunciare alla esenzione del pagamento della Tari – seppur apprezzabile – non può, comunque, redimerlo dalla gravità della azione posta in essere».

«Dobbiamo constatare, purtroppo, che nella insensata e multiforme azione amministrativa portata avanti da questo governo, esiste, comunque, un unico modus agendi. Sempre più spesso si commettono delle malefatte gestionali, che ledono i principi della buona amministrazione. Sempre più spesso – e questo è il dato più grave – si confida sul fatto che nessuno si accorga di nulla. Sempre più spesso, allorquando si viene scoperti, si tenta disperatamente di giustificare quello che oggettivamente è ingiustificabile. Ed è ingiustificabile ciò che ha commesso l’assessore ai Lavori Pubblici, anche alla luce della richiesta di rinunciare alla predetta esenzione. Se si sceglie di mettersi al servizio della collettività, per di più ricoprendo ruoli di governo, lo si deve fare fino in fondo, in maniera seria e responsabile. Munno pensi alle dimissioni oppure  Manna revochi le deleghe», afferma Tenuta.

«Inoltre, il Sindaco farebbe bene anche ad “indagare” in ordine alle scelte effettuate dai suoi dirigenti – pagati profumatamente per un importo che si aggira intorno ai 120 mila euro all’anno – che hanno incomprensibilmente allungato, a mò di lingua verso nord, il perimetro entro cui includere l’esenzione TARI, inglobando, guarda caso, l’abitazione dell’assessore ai lavori Pubblici e, al contempo, escludendo ingiustamente le zone di C.da Rocchi, di Via Cristoforo Colombo e di contrada Lacone, più vicine all’area dell’ex Legnochimica. Non guasterebbe, ogni tanto, rispondere, in termini concreti, ai cittadini anziché  chiudersi dietro un incomprensibile perenne silenzio» conclude la nota.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it