Tutte 728×90
Tutte 728×90

Opere pubbliche, la stoccata di Guccione: «La sfida impossibile di Silvan-Occhiuto»

Opere pubbliche, la stoccata di Guccione: «La sfida impossibile di Silvan-Occhiuto»

Nel bilancio approvato dall’ultimo consiglio comunale 31 opere pubbliche – conservazione e restauro di aree ed edifici della città che costituiscono patrimonio storico, interventi di riqualificazione urbana ecc. – da realizzare con la vendita degli immobili comunali. Secondo il coordinatore della Grande Cosenza: «Il sindaco-architetto stupisce per la sua dote innata di finanza creativa».

Dopo l’approvazione del Bilancio in seno all’ultimo consiglio comunale a cui l’Amministrazione Occhiuto ha provveduto ad allegare la previsione di 31 opere da avviare nel 2017, il consigliere Guccione  non ha tardato a manifestare la propria contrarietà. In particolare, secondo il coordinatore della Grande Cosenza, la copertura finanziaria necessaria  a sovvenzionare il piano di opere pubbliche – oltre 12 milioni di euro che dovranno pervenire dalla vendita degli immobili comunali –  costituisce un obiettivo difficilmente raggiungibile: «Se in sette mesi – ha dichiarato – è stato riscosso solo il 5% (soli 52.841,41 euro) quale magia metterà in campo Silvan-Occhiuto per incassare il residuo 95% nei restanti 5 mesi?”. Guccione ha, inoltre, sottolineato che il sindaco “dovrà fare i conti anche con la nuova normativa sulla finanza locale che non prevede, come in passato, la possibilità di poter iniziare l’iter amministrativo per le 3 opere senza una certa e comprovata copertura finanziaria».

«E’ così eclatante – ha concluso Guccione – la sfrontatezza di un modo di amministrare fantasioso mentre la città lentamente, ma inesorabilmente, diventa marginale tanto da  non accorgersi che la qualità della vita precipita verso il basso». (Maddalena Perfetti)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it