Tutte 728×90
Tutte 728×90

Occhiuto presenta il progetto per la navigazione del Crati e del Busento

Occhiuto presenta il progetto per la navigazione del Crati e del Busento

«A breve il Crati e il Busento verranno resi praticabili per canoe e battellini a basso pescaggio, con opportuni accorgimenti progettuali, per tratti di circa 400 metri di lunghezza ciascuno», ad affermarlo è stato il primo cittadino della città di Cosenza Mario Occhiuto tramite la sua pagina facebook.

Il sindaco del centro silano annuncia il conseguito di un ulteriore opera, che rientra nell’idea di Cosenza “Città della Bellezza e della Salute”. Il Parco fluviale cittadino, nei piani di Occhiuto, si collegherà con i Parchi della Salute, siti su Viale Giacomo Mancini, e con la Città dello Sport su Viale Magna Grecia, area nella quale, come affermato nella pubblicazione sul popolare social, sorgerà il nuovo stadio Gigi Marulla. «La navigabilità sarà resa possibile da briglie gonfiabili, che sbarreranno in maniera reversibile i fiumi, creando dei bacini nello stesso alveo. All’occorrenza, in vista di una piena o comunque a intervalli prestabiliti, le briglie si sgonfieranno e il fiume riprenderà il suo assetto naturale», spiega Occhiuto.

Il progetto prevede, anche, lavori per rendere praticabili le sponde con interventi di ingegneria naturalistica. Infine, «si prevede inoltre l’eliminazione di ogni scarico inquinante e un sistema di fitodepurazione, cioè la depurazione delle acque attraverso piante acquatiche specifiche. I fiumi sono una grande risorsa per la città, e adesso grazie alle nuove opere di architettura prospicienti (Ponte di Calatrava, Planetario, Museo di Alarico, BoCs art, e poi Ovovia e Museo di arte e musica contemporanea nell’area ex Mancuso & Ferro), alla riqualificazione degli argini con opere di ingegneria naturalistica e alla navigabilità, costituiranno pure un’occasione fantastica per il rilancio della città ai fini turistici e della vivibilità e di recupero funzionale del centro storico. Tutte le aree adesso marginali lungo i fiumi saranno rivitalizzate e diventeranno bellissime», conclude il post del sindaco Occhiuto.

Related posts