Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Rende celebra la Serie C: «Traguardo agognato. Ora la salvezza»

Il Rende celebra la Serie C: «Traguardo agognato. Ora la salvezza»

Il presidente del Rende Coscarella in conferenza stampa: «Dispiaciuto per le parole di Gravina, nessuna rivalità col Cosenza». Emozionato il sindaco Manna: «È una squadra vincente».

Conferenza stampa partecipata a Casa Rende, con il presidente Coscarella, il socio Pellegrino e il sindaco Marcello Manna a parlare di successi presenti e ambizioni future. «L’obiettivo è chiaramente centrare una salvezza tranquilla e valorizzare i nostri giovani che ci hanno dato una grossa mano – ha detto il numero uno del club – Proveniamo da giorni durissimi, in cui non abbiamo permesso a nessuno di sotterrarci. Siamo qui, pronti a vivere un sogno».

Coscarella continua dritto come un treno. «La nostra mission è stare con la gente ed essere positivi. A nessuno, pertanto, è concesso indicarci con poca trasparenza. Ringrazio a tal proposito il sindaco Manna che ci ha dato una grossa mano: è stata una dimostrazione fortissima di rendesità la sua».

Nonostante il parere del Collegio di Garanzia non lasci dubbi, il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina ha detto che non avrebbe riammesso così il Rende. «Torniamo in C con grandi sacrifici, sarebbe stato uno scippo che non potevamo consentire avvenisse. Sono molto dispiaciuto per la dichiarazione di Gravina, non vado oltre perché ci sono indagini in corso. A caldo non avrebbe dovuto fare queste affermazioni. Il tempo dirà, anche perché ne Coni e nè FIGC avevano documentazione… Ora comunque viene il bello. Noi siamo il Rende e in C vogliamo restare a lungo perche siamo ambiziosi. Aspetto tanti sportivi per l’esordio Rende-Reggina del mio amico Praticó, uno dei primi a congratularsi. Il derby col Cosenza? Nessuna rivalità, solo fratellanza».

Gli fa eco il socio Crescenzo Pellegrino, seduto di fianco al patron nel corso del briefing con la stampa. «Abbiamo raggiunto un grande risultato a margine di una settimana di passione. Non ci poniamo limiti e seriamo che mister e calciatori ci facciano divertire».

A chiudere le parole del sindaco Marcello Manna che non sta nella pelle. «Coscarella ha utilizzato parole eccessive nei miei confronti. Era dovere da parte del sottoscritto. C’erano tanti segnali negativi e tutti ci suggerivano di pensarci bene. La nostra, peró, è una squadra di persone vincenti e lo dicevo anche due anni fa. La Serie C è punto di partenza, il vero traguardo ora è fare un bel campionato». (Giulio Cava)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it