Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rogo a Cosenza Vecchia, la città piange le tre vittime. Distrutti importanti manoscritti di Telesio

Rogo a Cosenza Vecchia, la città piange le tre vittime. Distrutti importanti manoscritti di Telesio

Il giorno dopo la tragedia Cosenza piange le tre vittime carbonizzate nell’incendio scoppiato nel centro storico. Occhiuto: «Persone lasciate sole dal sistema».

Il giorno dopo la tragedia Cosenza piange le tre vittime carbonizzate nell’incendio scoppiato nel centro storico. I corpi non sono stati recuperati perché i vigili del fuoco valutano la struttura abitativa non in sicurezza per intervenire. Le operazioni sono andate avanti tutta la notte.

Sull’evento tragico interviene il sindaco Maro Occhiuto. «Mi dispiace per chi non ha rispetto della morte di tre persone e ha approfittato della situazione per fare sciacallaggio politico. La verità è che noi abbiamo fatto tutto ciò che potevamo. Qui non si tratta di situazione sociale difficile, ma di patologie mentali serie e i sindaci non hanno gli strumenti per intervenire in tal senso».

Il primo cittadino poi aggiunge: «Queste tre persone sono state lasciate sole dal sistema dinnanzi a patologie così gravi siamo intervenuti per quanto possibile. Comunque, non è mia intenzione rispondere alle polemiche, credo che questo sia il momento del silenzio». Nel corso degli interventi di spegnimento delle fiamme sette persone, residenti nello stabile accanto a quello andato a fuoco, sono state evacuate e mandate in albergo per precauzione: «Le famiglie rientreranno quando ci saranno le condizioni di sicurezza».

E’ andata distrutta anche la prima, preziosa, stampa del “De rerum natura iuxta propria principia” del filosofo Bernardino Telesio. L’opera era conservata in un appartamento che si trova sopra quello devastato dal fuoco, in cui sono morte tre persone. Anche questo appartamento è rimasto danneggiato. Sono state danneggiate gravemente anche molte altre opere e pergamene, ospitate nella biblioteca della famiglia Bilotti Ruggi D’Aragona. Si tratta di manoscritti originali di Telesio, Quattromani, Parrasio e Bernardino Bombini. Intanto la procura di Cosenza ha aperto un’inchiesta sull’incendio. (Antonio Alizzi)

Related posts