Rende Calcio

Rende, due derby in quattro giorni. Blitz a Catanzaro, Aquile eliminate dalla Coppa (1-2)

Felleca e un rigore di Franco permettono al Rende di sbancare il Ceravolo. Per Erra e Trocini tante seconde linee, ma la spuntano i biancorossi. Rosso nel finale Actis Goretta, Benedetti sbaglia un rigore.

Riesce alla truppa di Trocini di replicare il successo di sabato contro la Reggina: due derby vinti in 4 giorni hanno un sapore intenso. A Catanzaro, Coppa Italia, un Rende riscritto da cima a fondo (negli interpreti ovviamente), eccezion fatta per Viteritti, ha vinto (2-1) contro gli uomini di Erra che vengono eliminati dopo il ko di Reggio Calabria. A segno Felleca e Franco su rigore. Per le Aquile sul taccuino si registra l’autogol di Paride Marchio.

CRONACA. Bruno Trocini ha inserito tutti i calciatori che hanno disputato pochi o nessun minuto nelle precedenti gare. In porta si rivede De Brasi. Il reparto difensivo è completato da Marchio, Coppola e Germinio. A centrocampo, alle spalle di Franco hanno agito Boscaglia e Godano, mentre sulle fasce hanno corso Viteritti e Savettieri. In avanti coppia Vivacqua-Felleca. Il Catanzaro di Erra ha risposto con il 4-3-3. Centrocampo composto da Maita, Spighi e Marin. In attacco, oltre a Falcone, hanno giocato Kanic e Lukanovic.

Il fatto di stravolgere notevolmente l’assetto settoriale, non ha impedito ai biancorossi di reggere sul campo le Aquile giallorosse che contavano maggiore tasso tecnico e migliore condizione fisica. Dopo un primo lampo di marca catanzarese, il Rende s’è fatto avanti con un Felleca in grande spolvero, a segno al 7′ minuto di gioco. Premesso che il gol è dovuto principalmente al clamoroso errore difensivo di Sabato, ciò non toglie che il calciatore ex Aversa Normanna (marcatura a parte) ha condotto una buona prova, creando scompiglio alla retroguardia giallorossa. D’altronde, nella partita odierna, si sono visti progressi rispetto all’esordio in campionato. Certamente stiamo parlando di un incontro di Coppa nel quale da ambo le parti i tecnici hanno apportato modifiche alle formazioni dando spazio alle riserve, ma i reparti rendesi hanno dimostrato una maggiore compattezza (non senza le imprecisioni). Franco a centrocampo ha retto bene l’urto degli avversari dispensando palloni in sintonia con Boscaglia (bene anche lui) e Godano.

A ripresa iniziata, la squadra di Trocini ha centrato subito il raddoppio. Anche qui, complice l’ennesimo errore difensivo giallorosso (47′), fallo di Marchetti su Godano, il signor Cascone indica il dichetto da cui Franco ha realizzato il 2-0.

La retroguardia non ha fatto rimpiangere (fino al 69′, però) la grande prova di Sanzone, Porcari e Pambianchi di sabato sera, nel quale è da evidenziare la prestazione di Marchio. Prestazione macchiata per colpa dell’autorete che ha fatto accorciare le distanze ai giallorossi: nell’occasione, avvenuta al minuto 70, Coppola sbaglia il controllo del pallone, giunto tramite passaggio da un esterno catanzarese. Nei rimpalli, Marchio, invece di allontanare la sfera, la spedisce dritta in porta. Ulteriori errori non sono mancati: i calciatori del Catanzaro potevano contare sulla presenza di alcuni spazi di campo rimasti liberi, per esempio al 59′ con la pericolosa incursione di Marin ed il successivo tiro che ha fatto la barba al palo con De Brasi battuto. Un’altra grossa imprecisione difensiva, dovuto comunque per colpa un centrocampista (Gigliotti), è avvenuta al momento del rigore del Catanzaro, dove Gigliotti ha atterrato l’entrato Puntoriore. Dal dischetto Benedetti ha spedito alto.

Prima del gol locale, Trocini ha cambiato modulo provando il 4-4-2, togliendo Savettieri per Pambianchi e Viteritti per Gigliotti. La difesa si è riorganizzata con Germinio, Coppola, Pambianchi, Marchio, mentre a centrocampo Gigliotti, Boscaglia, Franco e Godano.

INGENUITA’ GORETTA. Dura solo 9 minuti la gara di Gustavo Actis Goretta, partito come molti altri titolari di sabato dalla panchina. Subentrato all’80’ al posto di Felleca, ha rimediato un rosso diretto per aver rifilato un colpo a Marchetti. Il direttore di gara Cascone, una volta consultatosi con un suo assistente, ha decretato la decisione di espulsione. Il Rende può giocarsi il passaggio del girone contro la Reggina. (Giulio Cava)

 

Il tabellino:
CATANZARO (4-3-3):
Nordi 5.5; Zanini 5.5; Riggio 5.5, Marchetti 5, Sabato 4 (19′ st Imperiale 6); Spighi5.5, Maita 5.5, Marin 6 (27′ st Benedetti 5); Kanis 5.5, Lukanovic 5, Falcone 5.5 (12′ st Puntoriere 6). A disp-: Marcantognini, Van Ransbeeck, Cunzi, Gambaretti, Onescu, Pellegrino, Sirri. All.: Erra 5.5
RENDE (3-5-2): De Brasi 6; Germinio 6, Coppola 6, Marchio 5.5; Viteritti 6.5 (12′ st Gigliotti 6); Godano 6, Franco 7, Boscaglia 6.5, Savatteri 6 (22′ st Pambianchi 6); Felleca 7 (35′ st Actis Goretta 4) Vivacqua 6.5. A disp.: Forte, Sanzone, Ricciardo, Rossini, Blaze, Porcaro, Laaribi. All.: Trocini 6.5
MARCATORI: 7’ pt Felleca (R), 2’ st Franco (R, rig.), 25’ st Marchio (R, aut.)
ARBITRO: Cascone di Nocera Inferiore
NOTE: Spettatori 1379. Al 39′ st rigore alto di Benedetti (C). Espulso AL 45’ st Actis Goretta (R) per gomitata ad un avversario. Ammoniti: Marin (C) Germinio (R) Kanis (C). Angoli: 5-1 per il Catanzaro. Recupero: 1′ pt – 5′ st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina