Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fontana: «Sono contento, ma davanti dobbiamo fare di più»

Fontana: «Sono contento, ma davanti dobbiamo fare di più»

Il tecnico dei Lupi Gaetano Fontana: «Adesso dobbiamo continuare a lavorare per rimetterci in piedi. Vi ho già detto che dopo 50 giorni di lavoro non è facile avere una fisionomia ben precisa».

Fontana è soddisfatto in sala stampa. Ha conquistato il suo primo punto sulla panchina del Cosenza, cancellando così quello zero fastidioso in classifica. «Ho chiesto sacrificio agli attaccanti esterni, perchè ci sono le due fasi da fare: stasera hanno eseguito in modo egregio le mie direttive». Il Cosenza ha mostrato leggeri miglioramenti.  «C’era la possibilità di gestire meglio la partita in mezzo dove avevamo superiorità, prontamente sfruttato bene in fase di palleggio e ripartenza, ma abbiamo sbagliato la finalizzazione o l’ultimo passaggio. Serviva cattiveria e determinazione per vincere, ad ogni modo sono soddisfatto».

Giocare al “XXI Settembre – Franco Salerno” non è mai semplice. «Venire a Matera e non subire un tiro in porta la dice lunga – continua Fontana – Errori in attacco? Sì, stiamo peccando negli ultimi metri. Gli errori sono figli anche delle precedenti partite, ma sono sicuro che cresceremo anche sotto questo punto di vista, considerato i numeri importanti che vantano i miei attaccanti».

Parlare di cielo sereno è presto, ma una schiarita c’è stata di certo. «Era una partita importante per capire la nostra forza. Adesso dobbiamo continuare a lavorare per rimetterci in piedi. Vi ho già detto che dopo 50 giorni di lavoro non è facile avere una fisionomia ben precisa – continua Fontana  – Come atteggiamento siamo entrati nel vivo e l’ho detto anche ai ragazzi».

Fontana chiude parlando delle scelte di formazione. «Palmiero e Tutino? Vi avevo detto che non ci sono titolari. Aspetteremo chi è meno in forma perchè ci devono dare le loro caratteristiche e la loro forza e di conseguenza li aspettiamo. Per diverse ragioni non sono al massimo. Hanno lavorato bene anche quelli subentrati. Ma al di là dei singoli voglio sottolineare la prova della squadra. Ci siamo difesi benissimo senza mai entrare nella nostra area di rigore. La linea era sempre a metà campo perchè c’è stata interpretazione giusta da parte di tutti. Per ora dobbiamo migliorare in avanti come detto ma per oggi gli concedo le attenuanti perchè siamo andati tante volte vicino al gol». (Alessandro Storino)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it