Tutte 728×90
Tutte 728×90

Prima Cat. A, mister Ciraudo: “San Marco favorita. Tante ripescate. Sulla mia Geppino Netti…”

Prima Cat. A, mister Ciraudo: “San Marco favorita. Tante ripescate. Sulla mia Geppino Netti…”

Il decano degli allenatori di Prima Categoria sarà al suo 47° anno di fila nel calcio dilettantistico. “Dietro i normanni le due coriglianesi. Occhio alle sorprese Amendolara e Spezzano Albanese”.

 

Domani al via il campionato di Prima Categoria con tanti anticipi. Cosenza Channel ha fatto le carte al girone A insieme al decano degli allenatori Emiliano Ciraudo. L’attuale tecnico del Geppino Netti di Morano festeggia quest’anno il 47° anno di fila nel mondo del calcio dilettantistico locale che lo ha visto protagonista in diverse vesti. Dapprima ovviamente quello di calciatore. Poi allenatore, Presidente e di nuovo allenatore. Questo per lui sarà anche il 5° anno consecutivo (3 da presidente del Sant’Agata e due da allenatore del Geppino Netti), nel Girone A di Prima Categoria.

Prime impressioni sul nuovo girone:”La prima cosa che voglio far notare è il fatto che ben 8 formazioni sulle 16 al via, provengono dal campionato di Seconda Categoria considerate sia quelle che hanno vinto campionati e/o play-off che le altre ripescate. Per quel che riguarda le squadre al via e gli organici costruiti in fase di calcio mercato, la mia favorita alla vittoria finale – spiega Ciraudo – è la matricola San Marco. Gli uomini a disposizione di Lucera sono tutti di primissimo piano per la categoria. La squadra rossoblù sarà certamente quella da battere. Subito dietro i normanni mi piacciono molto le due coriglianesi Atletico Corigliano e Marina di Schiavonea. I loro organici sono stati molto rinnovati e sono sicuro che potranno dire la loro nelle parti altissime della classifica. Un gradino dietro metterei Real Sant’Agata e Mirto Crosia. Anche questi due team hanno acquistato ottimi calciatori e punteranno certamente in alto”. Quali sono invece le squadre che potrebbero essere delle sorprese per le zone alte della classifica? “Credo che Amendolara e Spezzano Albanese potrebbero dare molto fastidio a chi vuole vincere il campionato. Loro due potrebbero essere le sorprese dell’anno”. E tutte le altre comprese la sua Geppino Netti? “Il resto delle squadre giocherà un campionato a parte per la salvezza. Sarà una bella lotta tra tante squadre più o meno sullo stesso livello. La mia squadra parte anch’essa con l’obiettivo del mantenimento della categoria. Magari provando a chiudere i conti il più presto possibile, senza aspettare l’ultima giornata come lo scorso campionato”. (Alessandro Storino)

Related posts