Tutte 728×90
Tutte 728×90

Prima Categoria A, Atl. Corigliano e Marina di Schiavonea puntano in alto: le ambizioni delle due coriglianesi

Prima Categoria A, Atl. Corigliano e Marina di Schiavonea puntano in alto: le ambizioni delle due coriglianesi

Atletico ancora con Tocci in panchina. Marina di Schiavonea che punta sull’ex bomber Raffaele Apicella. Per entrambe campagna di rafforzamento importante ed obiettivo alta classifica.

 

Due le formazioni coriglianesi al via nel prossimo torneo di Prima Categoria girone A. Si tratta di Atletico Corigliano e Marina di Schiavonea entrambe riconfermate e che dopo l’ottima campagna acquisti si presenteranno più attrezzate e ambiziose che mai per la stagione 2017- 2018. La compagine del presidente Tavernise avrà in panchina il tecnico di mille battaglie Tocci che potrà disporre di una rosa ricca di giocatori riaffermati e dei nuovi acquisti Federico, Luzzi, De Santis, Aloe, Repice, Forte, Maio e Falcone. Nello staff tecnico compaiono anche il vice allenatore Gabriele , il fisioterapista Fabbricatore , il preparatore atletico Berardi e il custode N. Tramonte. Fatiche e allenamenti svolti in queste settimane pre- torneo presso lo storico campo sportivo del “Valli Sant’Antonio”. Mister Tocci sta amalgamando il gruppo per cercare di presentarsi al meglio all’esordio di sabato prossimo contro lo Spezzano Albanese in programma alle 15:30 al “Città di Corigliano” di contrada Brillia. Obbiettivo sarà partire subito con il piede giusto non sottovalutando l’avversario di turno che dal canto suo nel primo turno di coppa Calabria ha fatto bene superando in doppia gara la Geppino Netti. Atletico Corigliano che proprio alla presentazione dei calendari di Prima Categoria, presso il comitato regionale calabrese Lnd- Figc, ha ricevuto anche la targa per il premio disciplina della passata annata nel torneo di appartenenza. Meta che dovrà difendere e a cui vorrà ambire nuovamente ma con l’intento di migliorarsi anche in campionato. Organigramma dirigenziale dell’Atletico composto e arricchito anche dai vice presidenti G. Ferraro e Cimino, dal prezioso e esperto dg Vincenzo Gallo, dal segretario Ruffo, dal cassiere Lasso, il direttore marketing D. Ferraro e dai dirigenti Montillo e F. Ferraro.

Non è da meno sulla carta anche il Marina di Schiavonea dell’eclettico presidente Celi. Dopo la salvezza dello scorso anno, la squadra schiavoneota è stata affidata al giovane ma astuto tecnico Raffaele Apicella (nella foto) meglio noto da calciatore come bomber di fama, con tante maglie e in diverse categorie, che ha tutte le buone intenzioni di ripercorrere anche la strada da tecnico.  Nella rosa di mister Apicella ritroviamo diversi egregi calciatori della passata annata e i nuovi arrivati che non sono da meno Brillante, D’Amore, Rigido, Maglione, Bianchi, Sorrentino, Rizzuti, Bomparola, Straface e Celi. Nomi eccellenti che proiettano anche il Marina nei quartieri alti della classifica e che già in coppa ha superato in doppio turno l’Amendolara qualificandosi al secondo turno, del l’11 e 25 ottobre, contro il Città di Rossano. Nei quadri dirigenziali dei delfini anche il già esperto vice presidente Brunito e il segretario C. Berardi. Esordio esterno in campionato per i ragazzi di mister Apicella attesi domenica prossima proprio dall’Amendolara con fischio d’inizio fissato alle 15:30. Marinaretti che hanno effettuato al “Santa Maria Ad Nives” dove una sana  preparazione pre-campionato. Allestiti due ottimi roster, i buoni propositi di Atletico Corigliano e Marina di Schiavonea si confronteranno con le aspirazioni di altre squadre attrezzate e tra tutte in primis San Marco e Real Sant’Agata costruite per il salto di categoria diretto. Occhio, però,  anche allo stesso Amendolara, al Mirto Krosia e senza dimenticare le tirreniche Praia e Cetraro e qualche outsider tra rintracciare tra Cus Pgs, Tavernese, Fuscaldo, Rose, Acquappesa, Città di Rossano, Geppino Netti e Spezzano. Atletico Corigliano e Marina di Schiavonea di certo sapranno farsi ben rispettare in ogni dove investendo in determinazione grazie al massimo impegno dei rispettivi collettivi. (Christian Fiorentino)

Related posts