Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, scontro diretto da vincere. Con la Virtus Francavilla vale doppio

Rende, scontro diretto da vincere. Con la Virtus Francavilla vale doppio

Al Lorenzon arrivano i salentini, Trocini cerca il riscatto dopo due ko e recupera Pambianchi e Franco. Possibili novità per ciò che concerne la formazione titolare.

Il Rende di Brunello Trocini è chiamato al riscatto dopo due ko consecutivi, tre se si considera anche quello rimediato in Coppa Italia costato l’eliminazione. La ghiotta occasione è offerta dal calendario, visto che al Lorenzon arriva la Vitus Francavilla. La compagine salentina non è più la macchina da guerra dello scorso torneo quando al suo primo anno di Lega Pro sorprese tutti quanti con un cammino sensazionale. L’impressione è che fino alla fine lotterà per mantenere la categoria, entrando così in concorrenza diretta con il Rende.

Proprio per questo il match di domani vale doppio. I biancorossi dal canto loro devono dare seguito alla buona prestazione di Lecce, che tuttavia è servita a poco se non a dare consapevolezza dei mezzi presenti in organico. Trocini ad ogni modo ha l’organico al completo, sono infatti recuperati il difensore Pambianchi e Franco che ha scontato il turno di squalifica. Quasi certamente entrambi faranno parte dell’undici titolare.

A protezione di Forte giostreranno oltre all’ex Taranto anche Sanzone e Porcaro. A centrocampo i ballottaggi sono tra Viteritti e Gigliotti per la maglia di esterno destro e tra Franco e Laaribi per la cabina di regia. A prescindere dalla posizione, Gigliotti sarà in campo da laterale o da mezzala. In avanti, invece, spazio ad Actis Goretta e a Ricciardo. Non sono escluse delle sorprese, del resto il Rende ha lavorato a porte chiuse nella rifinitura. (Giulio Cava)

La probabile formazione:
RENDE (3-5-2):
Forte; Sanzone, Porcaro, Pambianchi; Viteritti, Gigliotti, Laaribi, Rossini, Blaze; Actis Goretta, Riacciardo. A disp.: De Brasi, Marchio, Cassalia, Germinio, Coppola, Calvarese, Felleca, Franco, A. Modic, M. Modic, Godano, Vivacqua, Novello, Savatteri. All.: Trocini

Related posts