Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, continua il periodo no. Saraniti firma il blitz del Francavilla (0-1)

Rende, continua il periodo no. Saraniti firma il blitz del Francavilla (0-1)

Gara contratta, decisa da una palombella di Saraniti nel primo tempo. A nulla sono valsi i tentativi del Rende, in superiorità negli ultimi 30′, di agguantare il pari.

La prestazione di Lecce aveva generato ottimi presagi in casa Rende in vista della gara odierna. Una partita nella quale ha prevalso, nel primo tempo ove si è deciso l’assegnazione dell’intera posta in palio, la parte muscolare. Tanti interventi, tanti scontri, per i primi 45 minuti di grande densità di gioco. Il gol che ha decretato la vittoria della Virtus Francavilla è arrivato su un’imprecisione da parte del centrocampo e, in primis, di Coppola che non ha marcato a dovere Saraniti, che a sua volta ha approfittato della leggera uscita in avanti di Forte battendolo con un pallonetto.

Nella ripresa il Francavilla, in avvio di gara, iniziava a marcare poco i portatori di palla biancorossi. Trocini ha inserito Ricciardo per recuperare la gara. La voglia (come scritto in seguito) e la mentalità del recupero non mancava, ma il fattore più importante, quello della concretezza sottoporta, quella si, era assente. Pochi tiri nello specchio di porta, quelli più pericolosi nel finale di partita. La gara sembrava tornare alla portata del Rende dopo la squalifica di Folorunsho. Difati Trocini ha dato più peso offensivo mettendo Felleca al posto di Viteritti. Su quella zona di campo sono arrivati le principali occasioni rendesi, anche per merito di Sanzone, il migliore del reparto arretrato di casa. Arriva il terzo ko, per Trocini tanto da analizzare.

Squadre in campo con lo stesso modulo, 3-5-2. Trocini recupera in difesa Pambianchi, ma inserisce dal primo minuto Coppola al posto di Porcaro. Sulla destra confermato Sanzone. A centrocampo ritorna sulla corsia di destra Viteritti, mentre su quella opposta Blaze. Nel mezzo del campo, Laaribi, Franco e Rossini. In avanti Vivacqua continua a sostituire Ricciardo (in panchina) in coppia con Actis Goretta. D’Agostino, davanti al portiere Albertazzi mette al centro della difesa Abruzzese con Maccarrone e Prestia ai lati. A centrocampo Albertini, Sicurella, Biason, Folorunsho (scuola Lazio) e l’esordiente Di Nicola. Attacco affidato all’ex Città di Messina Saraniti e Ayina.

La partita, a causa del dispiegamento tattico di entrambe le squadre che giocano a specchio, fin dalle prime battute si dimostra muscolare e densa. Al 3′ il Rende ha la prima occasione: Goretta serve Rossini che corre fino al limite del terreno di gioco e poi ripassa la palla all’argentino il quale prova la bordata. Finale: pallone alto sulla traversa. Poco dopo, minuto numero 8, Pambianchi fa spaventare il pubblico di fede biancorossa: atterrato dopo un forte scontro con Ayina, resta a terra propria per la durezza dell’intervento. Dopo qualche secondo, il capitano si rialza manifestando la possibilità e la voglia di poter continuare a giocare.

Il gioco del club delle Tre Torri poggia sull’invettiva di Franco e sul lavoro di recupero di Laaribi e Rossini. Il mezzo per colpire è la fascia. Simile l’impalcatura tattica della Virtus che concede ai tre centrocampisti centrali la costruzione della manovra e utilizza le fasce per penetrare nell’area avversaria.

Nel frattempo la Virtus si rende pericolosa con Saraniti, al 13′, (respinge Forte con i piedi), ma l’assistente di linea fischia la posizione di off side. Il Rende ritorna dalla parte avversaria al 19′ con un calcio di punizione. Battuto da Franco, sulla respinta della barriera prova la botta da fuori Laaribi, che termina abbondantemente fuori dalla porta difesa da Albertazzi.

Al 24′ il Rende dilapida un’ulteriore occasione per rendersi pericoloso: discesa di Vivacqua in area e cross nel mezzo. Il centravanti cosentino non si coordina con il suo collega di reparto Actis Goretta e l’azione termina con il possesso del “Villa”.

VANTAGGIO VIRTUS. La partita si sblocca al 31′. Da centrocampo Biason serve Saraniti che, non perfettamente marcato da Coppola, approfitta del fatto che Forte era leggermente fuori dai pali e gonfia la rete con un pallonetto. E’ stata la prima vera occasione degli ospiti, precedentemente è da segnalare, oltre all’azione svoltasi al 13′ da parte dello stesso Saraniti, un tiro innocuo di Biason dall’esterno di destra.

Il Rende si rivede dalle parti di Albertazzi al 38′, con un tiro di Vivacqua, ma il primo vero tentativo di livello lo si registra al 42′. Goretta lancia in area Vivacqua. L’attaccante marcato serve Laaribi che prova a colpire l’angolino con un tiro a giro. Il pallone sfiora il palo alla sinistra di Albertazzi e termina fuori. Manca la finezza nelle occasioni dei padroni di casa. Infatti, al 44′ Vivacqua, servito da Rossini, tira in modo sbilenco non creando alcun patema al portiere ospite.

Il secondo tempo si apre con l’incursione da parte dei pugliese culminata con il tiro di Saraniti (2′) che ha gonfiato la parte esterna della porta. Ma dopo tre giri di lancette è la squadra biancorossa a rendersi pericolosa. Viteritti, servito da Rossini, prova un insidioso traversone nel mezzo che viene prontamente deviato dalla retroguardia bianco-azzurra.

Nei primi atti del secondo tempo il Francavilla filtra poco la manovra biancorossa e questa dà l’opportunità agli uomini di Trocini di poter arrivare in area pugliese, salvo poi non riuscire a mandare il pallone nel direzione della porta di Albertazzi. Gli ospiti cercano di ripartire col contropiede che nasce dal rinculo di Biason a stringere le linee e mandare all’attacco gli esterni. A tal proposito si segnala, al 14′, un tiro di Di Nicola terminare tra le mani di Forte.

Al 12′ Trocini fa entrare Gianni Ricciardo per raddrizzare i conti della gara. L’ex Sicula effettua una progressione al 16′ fino alla fine del campo, servendo prima Goretta che, marcato, non riesce nella conclusione.

VIRTUS IN 10. Al minuto 20′ del secondo tempo, Ricci di Firenze estrae il cartellino rosso in direzione di Folorunsho che, da terra, ha ritirato un calcione ai danni di Laaribi. In seguito al fatto, sono scoppiate polemiche tra i calciatori, perché il centrocampista voleva il rosso per Laaribi che lo avrebbe ostacolato nella gestione del pallone. Trocini cerca di approfittarne inserendo Felleca, più offensivo rispetto a Viteritti. In superiorità numerica il Rende, sostenuto dalla pulsione di Sanzone sulla destra in sostegno di Felleca, si riversa nella metà campo avversaria. Al 33′ Goretta ha una ghiottissima occasione per pareggiare. L’argentino, servito, incorna di testa il pallone sfiorando il palo alla destra del portiere.

Le occasioni sono molteplici: Franco nel mezzo coordina i movimenti di Blaze e Felleca, sostenuto energicamente da Sanzone con continui lanci nel tentativo di trovare le teste dei compagni. Dunque, volontà, mentalità del recupero del punteggio non mancano. La pecca principale è la finalizzazione sotto porta. Un tiro in porta arriva al 43′ con il neo entrato Andrej Modic al posto di Franco, ma Albertazzi blocca il tiro senza particolari difficoltà.

Sul finale di ben 7 minuti di recupero, il Rende prova il gol del pareggio. Al 52′ in area avversaria si inscena un vero flipper a seguito di rimpalli: prima Modic A. (super Albertazzi), poi Laaribi con la retroguardia ospite a respingere. 20 secondi prima della fine, l’arbitro da l’illusione del calcio di rigore, poi una semolice rimessa dal fondo. Finisce con il terzo ko di fila del Rende. (Giulio Cava)

Il tabellino:
RENDE (3-5-2): Forte 5,5; Sanzone 7, Coppola 5, Pambianchi 6; Viteritti 5 (22′ Felleca 6), Laaribi 5,5, Franco 6 (42′ st Modic A. sv), Rossini 5,5, Blaze 5,5; Actis Goretta 5, Vivacqua 5,5 (12′ st Ricciardo 5,5). A disp.: De Brasi, Cassalia, Germinio, Porcaro, Marchio, Calvanese, Gigliotti, Boscaglia, Godano, Modic M., Piromallo. All.: Trocini 5
VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi 6,5; Maccarrone 6,5, Abruzzese 6, Prestia 6; Albertini, Sicurella 6 (31′ st Monaco 5,5), Biason 7 (41′ st Buono sv), Folorunsho 4, Di Nicola 5,5 (22′ st Agostinone 6); Saraniti 6,5 (41′ Rosetti SV), Ayina 6 (22′ st Pino 5,5). A disp.: Battaiola, Mastropietro, Delvecchio, Valotti, Turi, De Toma, Madonia. All.: D’Agostino 6,5
MARCATORI: 31′ pt Saraniti
ARBITRO: Ricci di Firenze
NOTE: Spettatori: 367 paganti (30 da Francavilla Fontana) e 115 abbonati. Angoli: 6-1 per il Rende. Ammoniti: Pambianchi, Biason, Pino. Espulsi: Folorunsho. Recuperi: 0′ pt – 7′ st

Related posts