sabato,Luglio 2 2022

Padre Fedele “battezza” Braglia

Braglia a fine allenamento ha atteso che arrivasse il frate francescano. Padre Fedele ha dato il benvenuto al tecnico del Cosenza auspicando una pronta ripresa della squadra. Simpatico siparietto oggi pomeriggio a fine allenamento (qui il notiziario relativo alla seduta odierna). Il tecnico Braglia, dopo aver salutato Manuel Scalise, suo calciatore ai tempi della Sangiovannese

Padre Fedele “battezza” Braglia

Braglia a fine allenamento ha atteso che arrivasse il frate francescano. Padre Fedele ha dato il benvenuto al tecnico del Cosenza auspicando una pronta ripresa della squadra.

Simpatico siparietto oggi pomeriggio a fine allenamento (qui il notiziario relativo alla seduta odierna). Il tecnico Braglia, dopo aver salutato Manuel Scalise, suo calciatore ai tempi della Sangiovannese e della Lucchese, si è intrattenuto con il ds Trinchera e con il responsabile del settore giovanile Enzo Patania. Una volta terminato il conciliabolo in campo ha fatto la conoscenza dei cronisti presenti ed ha atteso l’arrivo di Padre Fedele.

Il monaco, padre spirituale di tutti i tifosi del Cosenza, ha “battezzato” il nuovo allenatore sottolineando come sia arrivato in una piazza che vive di calcio, capace di infiammarsi improvvisamente dopo qualche risultato utile. I due hanno convenuto che serva fare il massimo per riportare la gente allo stadio prima di salutarsi con un caloroso abbraccio. Risate quando Braglia ha chiesto a Padre Fedele dove fosse la sciarpa rossoblù che di solito porta al collo. «Sempre nel mio cuore» la risposta sincera del frate. (a. c.)

Articoli correlati