Tutte 728×90
Tutte 728×90

Caccetta conosce l’ambiente: «Scordatevi che Cosenza sia gara abbordabile»

Caccetta conosce l’ambiente: «Scordatevi che Cosenza sia gara abbordabile»

L’ex capitano rossoblù Cristian Caccetta ha parlato prima del match di domani sera: «Le tre vittorie consecutive hanno dato al Catania quel morale che era mancato un po’ all’inizio».

Cristian Caccetta è stato il capitano del Cosenza nelle ultime tre stagioni. Domani sera, insieme a Blondett, Tedeschi, Fornito e all’ex bomber dei Lupi Cristiano Lucarelli, tornerà al San Vito per salutare tanti vecchi amici. Tornerò, però, soprattutto per non interrompere la striscia di tre vittorie di fila inanellata dal Catania. «Le tre vittorie consecutive ci hanno dato quel morale che era mancato un po’ all’inizio ed oggi fa la differenza – ha detto dalle colonne del sito ufficiale – Sappiamo cosa ci aspetta nelle prossime gare, dobbiamo essere bravi a pensare partita dopo partita. La pressione? Non c’è stata prima e non ci sarà nemmeno adesso».

Caccetta conosce bene l’ambiente del Marulla ed avverte i suoi nuovi compagni. «Cosenza abbordabile? Non sono assolutamente d’accordo, non dobbiamo commettere l’errore di guardare la classifica, la rosa della squadra calabrese è di tutto rispetto. Non attraversano un periodo facile ma conosco molti di quei ragazzi che stanno lì, calciatori di grande qualità».

Caccetta, come ogni sportivo attento alle dinamiche del campionato, è rimasto colpito dalle prime cinque giornate dei rossoblù. «Non mi aspettavo il loro avvio di stagione, hanno fatto un’ottima campagna acquisti ma qualcosa non ha funzionato. Sarà una gara da non sottovalutare, il Catania non può farlo a prescindere. Il Cosenza avrà qualcosa in più da dare,  sia perché incontrano noi sia perché il cambio di allenatore è sinonimo di fallimento ed avranno voglia di dimostrare che il peggio è passato. In casa contro il Catania, poi, scatta qualcosa di speciale sul piano mentale che va oltre l’aspetto fisico e qualitativo. Ci aspetterà, quindi, una battaglia a livello agonistico: vogliono uscire da un periodo buio e cercheranno di farlo nel migliore dei modi, davanti al loro pubblico vorranno dimostrare il loro valore e che l’attuale classifica, per loro, non è veritiera».

Caccetta chiude parlando del suo utilizzo da parte del tecnico Lucarelli. «Quando sono arrivato qui sapevo che ci sarebbe stata una competizione interna spietata, che mi dà lo stimolo in più a far sempre meglio. Aver giocato le ultime quattro partite da titolare non mi dà la certezza del posto fisso, mancherei di rispetto a me stesso ed ai compagni che stanno fuori: in questo gruppo c’è una sana concorrenza».

 

Related posts