Tutte 728×90
Tutte 728×90

Saracco: «Cosenza, vorrei darti il mio contributo con continuità»

Saracco: «Cosenza, vorrei darti il mio contributo con continuità»

Il portiere è stato promosso titolare, Saracco però tende una mano all’amico Perina: «Il nostro rapporto è ottimo, spero resti tale. Andremo a Lecce con entusiasmo, ma non confondiamolo con altro».

Per Saracco è stato un nuovo esordio, ma questo di sabato scorso ha un sapore diverso: potrebbero essere stati i 90’ che lo hanno consacrato titolare. « Io ogni volta che sono stato chiamato in causa ho dato il 100%, spero di poterlo dare con continuità – sottolinea il portiere del Cosenza – Ho fatto ciò che farebbe un qualsiasi professionista: farsi trovare pronto». A margine del triplice fischio finale è stato colto un particolare non indifferente: l’abbraccio con Perina. «Si sapeva che restando fuori sarebbe rimasto un po’ male, ma continueremo a sostenerci sempre, anche durante gli allenamenti dandoci dei consigli. Lo ringrazio per quelli che mi ha dato sugli avversari già affrontati e spero che il nostro rapporto possa andare avanti su questi binari».

I tifosi sperano che il 2-1 di sabato scorso abbia definitivamente chiuso uno dei capitoli più brutti della storia recente dei Lupi: una falsa partenza in campionato che più falsa non esiste. «Con la squadra ci siamo imposti di restare tranquilli e di mettere in atto quanto fatto nelle due settimane di sosta – continua Saracco – Il piglio è stato diverso, anche una volta preso il gol, e nella ripresa la musica è cambiata. Braglia? E’ arrivato qualche giorno prima dell’impegno casalingo col Catania e il nostro atteggiamento è cambiato tanto. Ci sta facendo lavorare duramente, è un martello, ma sempre con la mentalità giusta: ci ripete sempre che non siamo un collettivo da bassa classifica».

Lunedì sera il Cosenza sarà impegnato al Via del Mare al cospetto dell’undici maggiormente accreditato al salto di categoria. «Speriamo che la vittoria sul Bisceglie sia un punto di partenza e non si ripeta la storia avvenuto con la Reggina, dove abbiamo creato entusiasmo e ci siamo ritrovati al punto di partenza – chiude Saracco – Lecce sarà una gara difficile, ma si sapeva. Questa trasferta giunge a margine di una vittoria che ha generato felicità. Ma dobbiamo stare attenti a non confondere l’entusiasmo con qualcosa di differente: sarebbe un errore terribile». (Francesco Pellicori)

Related posts