Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pambianchi: «Rende, a Monopoli servirà essere al top»

Pambianchi: «Rende, a Monopoli servirà essere al top»

Il capitano biancorosso Pambianchi a margine del pesante ko di Trapani sottolinea: «Dopo la vittoria con la vittoria con la Sicula ci siamo scaricati dal punto di vista mentale».

Quando le circostanze si mostrano avverse, si qualifica la caratura di un capitano di un qualsivoglia gruppo. Il Rende di Trocini ha rimediato una sonora batosta nell’impegno infrasettimanale di martedì contro il Trapani. Netta la superiorità tecnico-tattica tra la squadra siciliana e quella biancorossa. Difatti, il risultato ha certificato questa divergenza valoriale. Ma, comunque, è storia passata. L’attuale condizione e situazione di campionato impone al Rende di voltar pagina e immettersi con la testa e con l’impegno negli allenamenti nella preparazione della prossima gara (sempre in trasferta) contro il Monopoli, squadra rivelazione del torneo del girone C.

Tornando alla storia dei capitani, quello rendese è Francesco Pambianchi che non manca di evidenziare gli errori commessi in terra di Sicilia: «Noi affrontiamo ogni volta le gare al massimo – dice – è chiaro che questa batosta ci dà la lezione per evitare cali di tensione in futuro. Il Monopoli è una squadra importante, di fascia alta, quindi siamo costretti ad affrontarla al massimo delle nostre potenzialità. Dopo la vittoria contro la Sicula – continua l’ex capitano del Taranto – mentalmente eravamo un po’ scarichi perché quando vinci ti rilassi. Questo è stato un fattore determinante che ha influito sulla partita di Trapani».

SITUAZIONE. Ma non è allarme in Casa Rende a seguito del risultato pattuito contro la squadra di mister Calori. I biancorossi dispongono pur sempre di 17 punti (media 1,42 per match) valevoli la 7° posizione in classifica in comproprietà con altre 3 squadre (Juve Stabia, Reggina e Matera, il Rende per differenza di vittorie, gol e quant’altro occupa la 10° posizione): «Personalmente mi aspettavo che questa squadra potesse fare qualcosa di buono. Chiaramente – ammette Pambianchi – non mi ero confrontato con le altre compagini per misurare la forza del gruppo. Siamo, comunque, a un terzo di campionato ed è prematuro parlare di classifica. La nostra priorità è quella di conquistare la salvezza il prima possibile… poi si vedrà». (Giulio Cava)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it