Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braglia: «Cosenza, non pensare che il tuo compito sia esaurito»

Braglia: «Cosenza, non pensare che il tuo compito sia esaurito»

L’allenatore del Cosenza Piero Braglia sottolinea: «Ho optato per il 4-3-3 perché non mi piaceva che il nostro centrocampo ballasse visto che la Juve Stabia giocava bene sulle corsie laterali».

Braglia è consapevole che si tratta di una vittoria importante, pesante sia in ottica classifica che in ottica derby. L’1-0 rifilato alla Juve Stabia è salutare come pochi altri. «Noi dobbiamo cercare di tirarci fuori dai guai, scalando la classifica – ribadisce il tecnico del Cosenza – Abbiamo incassato solo due gol nelle ultime due gare? Stiamo cercando di essere ordinati, ma guai a pensare che con questa vittoria sia esaurito il nostro compito. Dobbiamo andare avanti e lavorare. Inoltre dobbiamo capire ancora certe cose e ci stiamo avvicinando a ciò che voglio. L’importante è che si continui a fare il nostro dovere».

Braglia poi parla dei singoli e del moduli. «Baclet ha avuto un problema, l’ho tolto prima nell’intervallo che si facesse male. Ho optato per il 4-3-3 perché non mi piaceva che il nostro centrocampo ballasse visto che la Juve Stabia giocava bene sulle corsie laterali. La nostra base è comunque a quattro dietro, poi il resto si può cambiare sempre».

Elogi al match-winner. «Bruccini alla Lucchese faceva queste cose – aggiunge Braglia – E’ bravo negli inserimenti e sa fare gol. Se fosse più cattivo giocherebbe in altre categorie. Come qualità merita altre categorie».

Braglia chiude parlando del suo avversario e amico tecnico. «Caserta ha una bella squadra, sta facendo bene. Sono contento per lui, con me quando ero a Castellammare si è sempre comportato bene»

Related posts