Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, è una vittoria di sostanza. Juve Stabia ko, ora il Catanzaro (1-0)

Cosenza, è una vittoria di sostanza. Juve Stabia ko, ora il Catanzaro (1-0)

Bruccini stende le Vespe con una rete ad inizio ripresa. La classifica migliora e domenica prossima al Ceravolo andrà in scena un derby pieno di pathos.

Tre punti giusti, conquistati dal Cosenza con una rete di Bruccini ad inizio ripresa. I rossoblù sono apparsi più squadra e con maggiori idee rispetto ad una Juve Stabia che ha fatto poco per recriminare sulla sconfitta. La classifica è migliorata sensibilmente, così come la compattezza tra i reparti e la qualità del gioco. Domenica, insomma, a Catanzaro se ne vedranno delle belle.

Il campo è pesantissimo, raramente nella storia del club si è giocato su un manto erboso del genere. La pioggia delle ore antecedenti al match e il clima uggioso peggiorano la situazione. Braglia scioglie i dubbi di formazioni con delle sorprese. Innanzitutto si affida al 4-3-3, sistemando Caccavallo e Statella ai lati di Baclet e il duo Calamai-Bruccini come alfieri di Palmiero. Dietro confermati Perina tra i pali e Pinna terzino sinistro. La coppia Ferrara-Caserta invece deve fare i conti con le assenze e per sopperire al ko del bomber Paponi decide di accentrare Simeri nel cuore dell’attacco. Ai suoi lati D’Auria e Lisi.
La prima occasione è dei Lupi. Pinna dalla trequarti “legge” l’inserimento di Bruccini dall’altra parte che cicca la sfera davanti a Branduani. L’ex Lucchese è l’uomo tatticamente più importante perché gli sono stati affidati i compiti di pressare Viola e di alzarsi non appena possibile. Intorno alla mezzora la Juve Stabia sfonda a sinistra con Viola che da posizione ravvicinata calcia addosso a Perina. Come previsto i fondo del Marulla dà vita a una serie di duelli che rendono di basso appeal la contesa. Il Cosenza prova con i lanci lunghi verso Baclet, la Juve Stabia si affida al cervello dei suoi centrocampisti.

Il secondo tempo inizia con Mendicino in campo al posto di Baclet e il numero nove entra subito nell’azione del vantaggio. Il suo destro è violento, sul tap-in Bruccini manda in orbita i rossoblù. Ferrara deve rinunciare subito a Simeri, scivolato nell’intervallo sulle scalette che danno accesso al terreno di gioco. Entra Canotto, anche lui un esterno. Braglia risistema lo scacchiere quando esce Palmiero. Bruccini si abbassa a mediano, Mungo entra e fa la mezzala. La partita si narcotizza perché la Juve Stabia avverte troppo l’assenza dei suoi uomini di maggiore qualità e non riesce a creare pericoli. Le palle alte sono preda della retroguardia rossoblù e, a parte qualche situazione sporca, pericoli non ne vengono corsi. Finisce con il Marulla, affollato da pochi intimi, a pensare già al derby di domenica prossima. Il Cosenza arriverà al Ceravolo forte di 10 punti conquistati in 5 match: il periodo buio è ormai alle spalle. (Antonello Greco)

CRONACA.
1′ Partiti, batte la Juve Stabia
8′ Cross di Pinna, inserimento di Bruccini che brucia sul tempo Crialese ma il suo tiro termina di pochissimo a lato
18′ Calamai mette al centro per Baclet che però commette fallo e il direttore d ara assegna calcio di punizione gli ospiti
22′ Buona triangolazione al limite per i rossoblù la palla arriva sui piedi di Bruccini che prova il tiro ma la sfera termina sopra la traversa
27′ Buona azione di Baclet sulla sinistra, la palla arriva sui piedi di Palmiero al limite che prova subito il tiro ma la sfera termina sopra la traveersa
28′ Juve Stabia pericolosa sulla corsia di sinistra con Viola che entra in area di rigore e prova subito il tiro ma la difesa rossoblù respinge in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
33′ Angolo di Caccavallo al centro, la difesa ospite si rifugia di nuovo in angolo. Dagli svilupii del corner nulla di fatto
43′ Cosenza pericoloso, sponda di testa al limite dell’area di Baclet per Calamai che prova subito il tiro al volo ma Branduani non si fa sorprendere e blocca in due tempi
45′ Squadre negli spogliatoi senza recupero.
SECONDO TEMPO.
1′ Braglia ripresenta il Cosenza in campo con Mendicino al posto di Baclet: è ancora 4-3-3.
2′ Cosenza in vantaggio con Bruccini. Mendicino riceve palla in area e calcia con violenza. Branduani respinge, ma Bruccini sul tap-in gonfia la rete: 1-0.
4′  Nella Juve Stabia si fa male Simeri, tocca a Canotto entrare sul terreno di gioco. Esce anche D’Auria per Costantini.
14′ Ancora un’occasione per il Cosenza con Calamai che entra in area di rigore dalla sinistra e calcia subito in porta ma la sfera attraversa tutta la linea e finisce sul fondo
20′ Bella azione di Caccavallo sulla destra, con una doppia finta manda a terra l’avversario e prova subito il tiro ma Branduani respinge in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
21′ Cambio per la Juve Stabia. Dentro Strefezza e fuori Mastalli
22′ Fuori Palmiero e dentro Mungo
27′ Fuori Caccavallo e dentro Tutino
35′ Fuori Viola e dentro Calò
43′ Altro cambio per il Cosenza. Dentro D’Orazio e fuori Calamai
45′ Cinque minuti di recupero
51′ Squadre negli spogliatoi dopo un minuto supplementare di recupero.

 

Il tabellino:
COSENZA (4-3-3): Perina; Corsi, Dermaku, Idda, Pinna; Bruccini, Palmiero (22’ st Mungo), Calamai (43’ st D’Orazio); Caccavallo (27’ st Tutino), Baclet (1′ st Mendicino), Statella. A disp.: Saracco, Boniotti, Pascali, Pasqualoni, Trovato, Loviso, Mendicino. All.: Braglia
JUVE STABIA (4-3-3): Branduani; Nava, Allievi, Banchini, Crialese; Mastalli (20’ st Strafezza), Viola (35’ st Calò), Matute; D’Auria (4′ st Costantini), Simeri (4′ st Canotto), Lisi. A disp.: Bacci, Polverino, Gaye, Redolfi, Awua, Capece, Zarcone. All.: Ferrara-Caserta
ARBITRO: Fiorini di Frosinone
MARCATORI: 2′ st Bruccini (C)
NOTE: Spettatori 1476 con tre fan ospiti. Incasso di 7.319 euro più 2.983 di quota abbonati. Espulsi: -; Ammoniti: Bruccini (C), Pinna (C), Canotto (JS), Calò (Js), Calamai (Cs); Angoli: 6-3; Recupero: 0’ pt – 6’ st

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it