Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Braglia riporta Loviso in regia. Guarascio applaude il Catanzaro

Cosenza, Braglia riporta Loviso in regia. Guarascio applaude il Catanzaro

Il tecnico nel corso dell’allenamento pomeridiano ha provato il 4-3-1-2. Il patron rossoblù loda l’iniziativa di Noto: «Servirà a far valere i veri ed autentici valori dello sport e della passione sportiva».

Doppia seduta oggi per i calciatori del Cosenza che continuano ad avvicinarsi al derby. In mattinata la società ha fatto sapere che la truppa rossoblù è rimasta ad allenarsi in palestra, mentre nel pomeriggio è andato in scena il consueto approfondimento di natura tecnico-tattico sul sintetico della Popilbianco. Il clima è apparso abbastanza sereno, segno che la pressione per la trasferta di Catanzaro è ammortizzata in modo naturale da Corsi e compagni.

Non c’era per il secondo giorno di fila Caccavallo che potrebbe tornare domani a lavorare parzialmente in gruppo, mentre Stranges ha seguito l’allenamento dalla panchina con le stampelle e in abiti borghesi. La distorsione al ginocchio lo terrà lontano per un po’ dai campi da gioco.

Per ciò che concerne le prime indicazioni di formazione, Braglia nel corso della partitella conclusiva ha provato il 4-3-1-2, lasciando invariata la retroguardia rispetto al match di sabato. A centrocampo toccava a Loviso dettare i ritmi con Bruccini e Statella ai suoi lati. A sostegno di Mendicino e Tutino (Baclet era con la formazione in maglia rossa, ndr) c’era il solito Mungo.

Nel frattempo Guarascio ha lodato l’iniziativa promossa dal presidente delle Aquile Floriano Noto che ospiterà una scolaresca della scuola Zumbini al Ceravolo. «Ottima iniziativa che serve a far valere i veri ed autentici valori dello sport e della passione sportiva a partire dalle giovani generazioni, soprattutto quando ciò riguarda tifoserie della stessa regione – ha detto il patron rossoblù – In occasione del derby di ritorno metteremo in atto analoghe iniziative. Domenica pomeriggio ovviamente speriamo di vincere noi al “Ceravolo”. I ragazzi dovranno mettercela tutta perché si possa ripetere quanto avvenuto l’anno scorso e per dare continuità ai risultati positivi delle ultime settimane».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it