Tutte 728×90
Tutte 728×90

Trocini: «Il Rende è una squadra operaia. Se molliamo, ci puniscono»

Trocini: «Il Rende è una squadra operaia. Se molliamo, ci puniscono»

L’allenatore del Rende ha portato la sua squadra a +10 dai playout. Così Trocini dopo lo 0-0 di Caserta: «Facciamo pochi gol? Non fa nulla, gli attaccanti partecipano al gioco corale».

Non varia nulla in classifica per il Rende. Anzi il punticino ottenuto a Caserta migliora il distacco dalle inseguitrici. La compagine di Fabio Coscarella preside la quinta posizione in classifica con 24 punti (media 1,6 a partita), +2 su Monopoli e Virtus Francavilla e distante 10 lunghezze dalla zona play-out. Contro i Falchetti di D’Angelo è arrivato il terzo risultato utile consecutivo, per giunta il terzo senza subire reti.

«E’ stata una partita equilibrata – afferma nel dopo gara Bruno Trocini – e di questo sono contento. Non abbiamo rischiato molto ed il punto è meritato. La gara è stata piuttosto bloccata, le due squadre raramente si facevano del male. L’occasione più grande l’abbiamo centrata noi, con la traversa sul finale di primo tempo di Franco».

Ancora una volta, in questa circostanza stuzzicato dai cronisti campani sullo stato di forma del gruppo biancorosso, Trocini ribadisce l’umiltà del Rende: «Siamo consapevoli di essere una squadra operaia. Noi non guardiamo la classifica, i ragazzi sanno che non possiamo mollare di un centimetro perché la Serie C ti può punire i qualsiasi momento». Contro gli avversari di giornata il tecnico è convinto che il Falchetti siano «squadra organizzata e anche in salute, dal punto di vista morale in particolare. Noi siamo stati bravi a limitarli. Ripeto la gara è stata bloccata, ci voleva il guizzo del singolo. Noi abbiamo grande equilibrio. Se togliessimo i 4 gol subiti a Trapani, avremmo la difesa meno battuta del girone, che è un pregio di questa squadra. Se abbiamo fatto pochi gol, rispondo: gli attaccanti partecipano al gioco corale di tutto l’undici scendendo dietro a dar man forte… poi – aggiunge Trocini – facciamo pochi gol, ma abbiamo tanti punti».

DIFESA SOLIDA. Il trio di difensori del Rende, Sanzone, Porcaro, Pambianchi, ha fornito una buona gara dal punto di vista del contentimento. «I ’97 stanno crescendo molto dimostrando di saper contrastare. Non devono perdono di vista la loro dimensione, ovvero quella di ragazzi che hanno tanto da migliorare. Per quanto riguarda il discorso tattico, le squadre erano attenti e ne hanno risentito le emozioni». (Giulio Cava)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it