Tutte 728×90
Tutte 728×90

Corsi: «Cosenza, al Lorenzon può essere la gara della svolta»

Corsi: «Cosenza, al Lorenzon può essere la gara della svolta»

Il capitano del Cosenza Angelo Corsi sottolinea: «Una squadra in difficoltà come il Cosenza deve essere aiutata proprio in questi momenti. La contestazione ci servirà da sprone».

A rompere il silenzio che circonda il Cosenza non sono solo le voci del tifosi, che in due giorni hanno regalato altrettante contestazioni alla squadra, ma anche Angelo Corsi. «E’ un periodo difficile considerato che i risultati non stanno arrivando – spiega il capitano rossoblù – A parer mio stiamo pagando lo scotto della partenza ad handicap. Quando si gioca con l’acqua alla gola e si rincorre, non sempre la lucidità ti sorregge».

A proposito delle rimostranze espresse dai sostenitori dei Lupi, Corsi sottolinea: «Capisco che i tifosi pretendano di più dalle nostre prestazioni, ma è anche vero che una squadra in difficoltà come il Cosenza deve essere aiutata proprio in questi momenti. La contestazione ci servirà da sprone poiché una situazione piatta non piace a nessuno. A mio avviso il gruppo soffre di un problema mentale».

I risultati non arrivano, anche se prima del ko di Catanzaro e della scialba prestazione con la Sicula Leonzio dei passi in avanti erano stato compiuti. «In questi casi la ricetta migliore è allenarsi, lavorare sodo e tirare dritti – dice Corsi dalle colonne del Corriere dello Sport – Prima o poi la ruota girerà. D’ora in poi ogni gara dovrà essere una battaglia, e l’obiettivo restano le vittorie. Bisognerà affrontare ogni partita col giusto atteggiamento mentale».

Battute finali dedicate al derby di domenica a Rende. «Sarà una sfida combattuta e sappiamo bene che tutte le squadre al “Lorenzon” finora hanno fatto fatica – chiude Corsi – Spero che domenica sia lo spartiacque giusto per il Cosenza. Le contestazioni fanno male dentro, e quest’anno si stanno ripetendo con una certa frequenza. E’ giunta l’ora di rialzare la testa».

 

 

Related posts