Tutte 728×90
Tutte 728×90

STOP DRUG | Narcotraffico a Rossano, raffica di condanne. E tanti proscioglimenti

STOP DRUG | Narcotraffico a Rossano, raffica di condanne. E tanti proscioglimenti

Il processo “Stop Drug” giunge alla sentenza di primo grado. Oggi il tribunale di Catanzaro ha giudicato coloro i quali avevano optato per il rito abbreviato nell’ambito dell’inchiesta sul narcotraffico a Rossano, condotta dai carabinieri del comando provinciale di Cosenza e coordinata dalla Dda di Catanzaro.

Il gup distrettuale Claudio Paris ha condannato Francesco Carbone a 15 anni di carcere, Umberto Graziano a 8 anni, Piero Vallonaranci 8 anni, Giuseppe Le Fosse a 8 anni, Gabriele Santoro  8 anni, Giuseppe Aloisi a 7 anni e 8 mesi, Gabriele Edoardo Pometti a 8 anni, Mauro Salvatore Pometti a 8 anni, Giancarlo Pometti a 8 anni, Luigi Gustavo Pometti a 8 anni, Andrea Tocci a 8 anni, Vincenzo Curia a 5 anni e 4 mesi, Stefano Misto a 6 anni, Salvatore Ierace a 4 anni, Girolamo Magnoli a 5 anni e Santo Pace a 5 anni.

Tutti gli imputati condannati sono stati interdetti in perpetuo dai pubblici uffici e agli stessi sono state applicate le pene accessorie del divieto di espatrio e del ritiro della patente di guida per un anno.

Raffica di proscioglimenti per il primo capo d’accusa, ovvero quello relativo al narcotraffico. Prosciolti per ne bis in idem per  Salvatore Galluzzi, Luigi Polillo, Gennaro Scura, Umberto Graziano, Francesco Sommario e Augusto De Simone.

Polillo, difeso dall’avvocato Giorgia Greco, lo scorso 6 dicembre aveva ottenuto l’annullamento della condanna senza rinvio per il procedimento “Stop”, giunto in Cassazione. Per questo motivo è stato prosciolto in “Stop drug”.

Infine, sono stati assolti per non aver commesso il fatto da diversi capi d’accusa Francesco Sommario, Augusto De Simone, Piero Vallonaranci, Santo Pace, Francesco Scimone, Vincenzo Curia e Giuseppe Rizzo.

Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Giovanni Antonio Scatozza, Giovanni Bruno, Francesco Calabrò, Francesco Nicoletti, Ettore Zagarese, Sergio Rotundo e Giorgia Greco. (Antonio Alizzi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it