Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, tra nuovo Stadio e il rischio penalizzazione

Rende, tra nuovo Stadio e il rischio penalizzazione

Richiesta della Procura federale di un solo punto di penalizzazione e 6 mesi di inibizione ai danni del patron biancorosso Coscarella. Intanto il sindaco Manna ha illustrato a Oliverio il Piano interventi per la città.

La Procura ha stemperato la grande preoccupazione dovuta ad eventuali sottrazioni di punti in classifica. Il motivo è legato sempre ad una delle due fideiussioni presentate il 27 luglio dalla società di via Fratelli Bandiera per permettere al club biancorosso la disputa dell’attuale torneo di Serie C. Inizialmente il Tribunale federale della Figc aveva escluso il club di Fabio Coscarella dalla terza serie del professionismo. In seguito ad una battaglia legale condotta dagli avvocati Eduardo Chiacchio e Michele Cozzone, il Rende ha ribaltato la decisione al Collegio di Garanzia del Coni. Ieri la richiesta della Procura federale di un solo punto di penalizzazione e di 6 mesi di inibizione ai danni del patron biancorosso Coscarella. Il verdetto definitivo dovrebbe arrivare nella prossima settimana.
NUOVO STADIO. Nel corso del vertice istituzionale di ieri pomeriggio al Municipio di Rende, il sindaco Marcello Manna ha illustrato al governatore della Regione Calabria Mario Oliverio il Piano interventi per la città. Il progetto, che prevede un finanziamento di 15 milioni di euro, definisce interventi per gli impianti fognari, dissesto idrogeologico, la metro tranvia, lo svincolo di Settimo, piste ciclabili, ma anche per lo stadio “Marco Lorenzon”. I lavori all’impianto, che dovrebbero iniziare da gennaio 2018 (non ci dovrebbero essere problemi per la squadra impegnata nel campionato che continuerà ad usufruire del campo granaio di punti), forniranno un copertura ed avrà una capienza di circa 10mila posti. Inoltre, i lavori di ammodernamento saranno finanziati dal Credito sportivo a tasso zero. (Giulio Cava)

Related posts