Tutte 728×90
Tutte 728×90

Trocini: “Non meritavamo questo passivo, dispiace per i ragazzi”

Trocini: “Non meritavamo questo passivo, dispiace per i ragazzi”

Il tecnico biancorosso analizza il match: “Gli episodi non ci sono stati favorevoli. ercato? Con la società parlo sempre, di trattative non ne discuto in televisione. Sono contento di questi ragazzi. A mio avviso sono i migliori, per quella che è la nostra dimensione”.

Due sconfitte di fila per il Rende. Sembra un remake di qualche mese fa, quando la compagine allenata da Bruno Trocini subì tre sconfitte di fila contro Virtus Francavilla, Lecce e Siracusa. Adesso siamo a due risultati negativi. Quello di domenica scorsa in terra di Puglia contro la Fidelis Andria e quello odierno avente come avversario il molto più quotato Catania di Lucarelli. Due gare nelle quali i biancorossi hanno arrancato, collezionando solo una marcatura, mentre al passivo si registrano 6 reti. “Avrei voluto parlare di altre cose – afferma a caldo il tecnico del Rende – invece il risultato mi blocca parecchio. Non meritavamo questo passivo. Non lo meritavamo per le occasioni create e concesse. Sono dispiaciuto per i ragazzi. L’arbitro? Dico che lo 0-3 pesa molto. Non voglio parlarne dunque. Nel contempo ho visto un rigore netto su Ricciardo, poi c’è stato negato un calcio d’angolo netto dopo un tiro di Rossini. Gli episodi non ci sono stati favorevoli”.
Nell’occasione del rigore, in area biancorossa c’è stato un vero parapiglia. Il direttore di gara, Massimi della sezione di Termoli, ha concesso il penalty agli etnei a causa dell’atterramento del difensore Aya, uscito momentaneamente a bordo campo per le medicazioni. “Si c’è stata molta confusione – sostiene Trocini – e Goretta era fermo, Ripa è stato molto bravo. Il risultato, ripeto, condiziona ogni cosa. Dico, anzi, ripeto che abbiamo avuto 6-7 palle gol. Lo 0-3 non ti lascia controbattere con energia”.
La sconfitta, dura, rimediata al “Marco Lorenzon”, non oscura il buon girone di andata degli uomini di Trocini. 25 punti, in chiave salvezza, sono pesanti. “Stiamo andando oltre le aspettative – afferma – e i 25 punti sono buoni per quello che è il nostro obiettivo. Mercato? Con la società parlo sempre, di trattative non ne discuto in televisione. Sono contento di questi ragazzi. A mio avviso sono i migliori, per quella che è la nostra dimensione”. Un’altra amarezza è rappresentata dall’eventuale sottrazione di punti in classifica, legato tutto ad una delle due fideiussioni che rischiava di mettere in discussione la partecipazione del club delle Tre Torri all’attuale campionato di Serie C. Giorni fa la richiesta della Procura federale della Figc di un punto di penalizzazione. “Al momento – risponde Trocini – abbiamo 25 punti. Io ragiono così”.
Tornando a parlare della situazione della rosa, la lente di ingrandimento pende sulla difesa che, nelle ultime due partite, ha subito 6 reti. In particolare le 3 odierne, per quella che era la difesa di casa meno imbattuta del girone. “Sono preoccupato – ammette il trainer biancorosso -. Abbiamo preso 6 gol. Sono tantissimi, se consideriamo la nostra media al momento. Devo aggiungere che è un periodo dove non siamo fortunati. Magari in passato potevamo concedere qualcosa senza subire le conseguenze, oggi, invece, subiamo con più facilità. Rimaniamo sul pezzo, è un momento negativo, ma sono convinto che lo supereremo”. (Giulio Cava)

Related posts