Tutte 728×90
Tutte 728×90

Al Corigliano i tre punti, al Belvedere gli applausi. Il fotoracconto del match

Al Corigliano i tre punti, al Belvedere gli applausi. Il fotoracconto del match

Termina 3-2 per gli ospiti un incontro emozionante e pieno di sorprese. Decide un gol di Calomino a 5 minuti dalla fine, dopo che il Belvedere per ben due volte era riuscito a pareggiare in inferiorità numerica.

Il gol di Calomino a 5 minuti dalla fine, permette al Corigliano di continuare l’inseguimento sull’Olympic Rossanese, anche oggi vittoriosa (3-0 sul San Fili) e sempre distante 5 punti in questa combattutissimo Girone A del campionato di Promozione. Alla fine gli uomini di Andreoli centrano il bersaglio grosso ma per riuscirci hanno dovuto sudare le classiche sette camicie, contro un Belvedere mai domo che non ha di certo demeritato contro i più blasonati avversari, nonostante i 35 punti di differenza.

LA PARTITA – Mister Curcio ha gli uomini contati. Davanti a Crocco ci sono Barca e Filippo con Longo e Giuseppe De Rose terzini. In mezzo Morabito fa il regista. In avanti Riente è affiancato da Amendola. Andreoli deve rinunicare a capitan Tricarico. Lo sostituisce con Calomino, alla prima dell’anno da titolare. In avanti gioca Piemontese e non Covelli. Dietro panca per Martinez. Itri terzino sinistro e coppia centrale formata da Accardo e Rinaldi.  Pronti via ed il Corigliano passa. Calomino recupera palla a centrocampo, allarga sulla destra per Concialdi. Il furetto biancoazzurro rientra sul sinistro e la mette in mezzo per lo scatto imperioso di Piemontese che supera Filippo in elevazione e fa secco Crocco. La partita sembra mettersi nel migliore dei modi per gli ospiti che però, nonostante uno sterile possesso palla, non sono quasi mai pericolosi. Al contrario il Belvedere, che lascia costantemente l’iniziativa al centrocampo ionico, ha per ben due volte la palla del pareggio. La prima con Riente che approfitta di un clamoroso buco di Accardo ma sbaglia la misura del pallonetto da solo con Abatematteo. La seconda ancora più clamorosa con Amendola che è bravo ad incunearsi tra i due centrali ospiti ma quasi dall’altezza dell’area piccola, spara a lato con il portiere coriglianese ormai battuto.

Negli spogliatoi, molto probabilmente Andreoli striglia i suoi perchè il Corigliano, così come nel primo tempo, parte a spron battuto anche nella ripresa. Dopo pochi secondi Concialdi ha la palla del 2-0 ma manda la sfera alta sulla traversa. Il Corigliano la vuole chiudere e Piemontese, poco dopo, ha la palla buona sempre su imbeccata di Concialdi dalla destra. Ma questa volta il colpo di testa del 9 non centra la porta. Sembra mettersi ancora peggio al 7′ per il Belvedere quando un’ingenuità clamorosa di Riente, lascia in 10 gli amaranto. Il 9 di casa, dopo un brutto fallo commesso ai danni di De Marco, dice qualche parolina di troppo all’indirizzo dell’arbitro Perri che lo manda anzitempo sotto la doccia. Un minuto dopo Concialdi sfiora l’incrocio con un bel piazzato, mentre Crocco è provvidenziale prima su Leta e poi su Piemontese sempre nella stessa azione derivante da corner. Il Belvedere è alle corde ma non molla. Negli ultimi 20 minuti fuochi d’artificio. Al 28′ il pari del Belvedere. Cross dalla destra di Longo, il portiere Abatematteo esce ma respinge la palla sulla schiena di Rinaldi. Palla che rimane nell’area piccola. Arriva Amendola che non ha problemi a spingerla nella porta sguarnita. Pareggio amaranto per il tripudio dello Scarcello.

Palla al centro, lancio sulla sinistra e difesa belvederese che si rifugia in corner. Leta dalla bandierina mette in mezzo, palla che per la testa di Piemontese, sponda per Accardo che con l’aiuto della traversa batte Crocco e riporta avanti i suoi. Sembra finita ma non è così.

Al 38′ Amendola è bravo a procurarsi un calcio di punizione dai 20 metri. Sulla palla va Morabito. Tiro non irresistibile ma Abatematteo la combina grossa e non trattiene per il nuovo pari dei padroni di casa.

Andreoli butta subito Covelli nella mischia per un 4-2-4 super offensivo e 3 minuti dopo il Corigliano trova il gol partita. Lancio dalle retrovie per l’inserimento di un inesauribile Calomino che si trova tutto solo e dal limite dell’area di rigore fa partire un gran pallonetto che batte inesorabilmente Crocco.

Il Belvedere non ha più la forza di reagire e Andreoli la blinda inserendo Marino per l’incerto Abatematteo negli ultimi minuti. Un successo che vale oro per il Corigliano visto come s’era messa la partita. Al Belvedere restano gli applausi e la consapevolezza che, se dovesse continuare a fornire queste prestazioni, la salvezza sarebbe tutt’altro che irraggiungibile.  (Alessandro Storino)

 

BELVEDERE: Crocco, Longo, De Rose G., Donato (dal 25′ st Magurno), Barca, Filippo (dal 44’st De Fino), Amendola, De Rose O. (dal 32′ st Di Pietromica), Riente, Morabito, Rizzo. A disposizione: Simari, Grosso G, Barone, Grosso A.. Allenatore: Curcio.
CORIGLIANO: Abatematteo (dal 43’st Marino), Viteritti, Itri (dal 39′ st Covelli), Calomino, Accardo, Rinaldi, Foderaro, Leta (dal 43′ st Catapano), Piemontese, Concialdi (dal 30’st Varriale), De Marco, A disposizione: Martinez, Tempesta, Possidente. Allenatore: Andreoli.
ARBITRI:  Perri (Lamezia Terme), Guardalinee: Olivadoti-Sportelli  (Lamezia Terme)
MARCATORI: 9′ Piemontese, 28′ st Amendola, 30′ st Accardo, 38′ st Morabito, 41′ st Calomino.
NOTE: espulso Riente (Belvedere) al 7’st per proteste. Ammoniti: Di Pietromica, Morabito (Belvedere); Rinaldi, De Marco (Corigliano). Spettatori 250 circa di cui 50 ospiti.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it