Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Perez dall’inizio. Con lui Mendicino o Tutino

Cosenza, Perez dall’inizio. Con lui Mendicino o Tutino

Se Braglia non cambierà modulo, toccherà a Loviso prendere il posto dello squalificato Palmiero. Dietro salgono le quotazioni di Pasqualoni: è alla pari con Pascali.

A Braglia, forse, sta frullando qualcosa in testa. O potrebbe essere solo pretattica. Ad ogni modo, in conferenza stampa ha sottolineato che potrebbe cambiare qualcosa per affrontare meglio il Matera. E’ difficile, tuttavia, che lasci il 3-5-2 su cui ha edificato la riscossa del Cosenza. Se dovesse mutare l’assetto tattico vorrà dire che nelle sedute a porte chiuse di ieri e oggi ha ricevuto le giuste garanzie.

Nel 3-5-3 a centrocampo dovrebbe toccare a Loviso prendere il posto dello squalificato Palmiero, ma il condizionale è d’obbligo: con il Trapani non ha brillato. Ai suoi lati facile ipotizzare Bruccini e Calamai, gli uomini in più di dell’ultimo mese.

«Idda è un calciatore importante per la squadra, è in gruppo dopo 4-5 giorni di febbre. Non ne abbiamo molti con le sue caratteristiche» ha evidenziato il tecnico in conferenza stampa, segno che l’ex Virtus Francavilla giocherà alla destra di Dermaku. Per l’ultima maglia da titolare sono in rialzo le quotazioni di Pasqualoni su Pascali, ma è un testa a testa.

Corsi e D’Orazio stanno trovando la giusta continuità sulle fasce laterali e in attesa che il mercato regali a Braglia i loro alter-ego, non hanno rivali. C’è da sciogliere il rebus relativo alla nuova posizione di Mungo. In attacco sono in cinque, Liguori escluso, per due maglie: Okerewe e Tutino per la casacca da seconda punta, Perez, Baclet e Mendicino per quella di centravanti. L’ex Pistoiese allora potrebbe dar manforte al pacchetto di centrocampisti, magari entrando a gara in corso in mediana.

In attacco giocherà Perez dal primo minuto: va definito il suo partner. Tutino dà imprevedibilità, Mendicino potrebbe far bene facendo meno lavoro sporco. Okerewe entrerà a match in corso per dare respiro ai compagni e cambi passo imposrtanti. Non solo per le trattative che lo interessano, Baclet parte leggermene indietro ai compagni. (Francesco Pellicori)

Related posts