Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, quando i gol arrivano da dietro. Pascali e Corsi azzannano il Matera (2-1)

Cosenza, quando i gol arrivano da dietro. Pascali e Corsi azzannano il Matera (2-1)

Succede tutto nella ripresa. Apre lo stopper con una zuccata, raddoppia il capitano con un eurogol. Il Cosenza prende gol da Dugandzic e resta in dieci (rosso a Calamai), ma vince.

Vola il Cosenza, vola sempre più in alto e lo fa con due difensori che hanno vestito i panni dei bomber. Aggancia Matera e Siracusa a quota 32 e si porta a -2 dal Rende che sorprendentemente è al quarto posto. La vittoria contro i lucani giunge al termine di un match giocato decisamente meglio dall’undici di Braglia che è in un periodo di forma smagliante, per nulla inficiato dalla sosta. Su di un terreno impresentabile era fondamentale sfruttare le palle ferme e così è stato. Gli acuti vincenti sono stati di Pascali e Corsi, al resto ha pensato l’ormai impenetrabile retroguardia rossoblù. Nelle ultime sette gare sono arrivate cinque vittorie e soltanto tre reti subite. Peccato solo per il rosso a Calamai maturato nei concitati minuti di recupero.

Piero Braglia alla lettura delle formazioni non si discosta dal 3-5-2 ed affianca Tutino a Perez. Il nuovo acquisto va subito in campo, mentre Okereke entrerà poi nella ripresa. Nessuna sorpresa degna di note negli altri reparti. Saracco giostra a protezione dei pali, con Idda, Dermaku e Pascali a sua protezione. Loviso torna in cabina di regia al posto dello squalificato Plamiero, mentre Corsi e D’Orazio agiscono sulle corsie laterali. Alla fine si adegua Auteri che vara il 3-5-2 levando Corado e rafforzando la mediana con Maimone. Davanti Giovinco e Sartore.

Già dalle prime battute è facile intuire quale sarà l’andazzo del match. Pascali colpisce un palo su calcio d’angolo, poi Calamai, Perez e D’Orazio falliscono il vantaggio da buona posizione. I rossoblù vincono quasi tutti i contrasti a centrocampo e riescono a presentarsi in forze nella trequarti lucana. Gli ospiti, dal canto loro, hanno evidenti difficoltà ad assistere i due attaccanti che comunque fanno un gran movimento.

La ripresa inizia allo stesso modo dei primi 45’. Il Cosenza è rullo e continua a schiacciare il Matera creando occasioni. I ragazzi di Auteri fanno bene il fuorigioco e vanificano un paio di trame molto interessanti dei Lupi. La sblocca Pascali, ma non potrebbe essere altrimenti. Loviso, in serata positiva, scodella il solito corner tagliato e l’ex capitano del Killmarnock salta più alto di tutti. Da solo a centro area gonfia la rete di un ottimo Golubovic che può ascoltare da molto vicino il rumore della palla che accarezza la rete. Braglia cambia la prima linea a cavallo del gol, prima sostituendo Tutino con Okereke e poi Perez con Baclet. Trovato il vantaggio il Cosenza inizia ad amministrarlo, restando ugualmente vigile in fase di possesso. Nonostante qualche accorgimento provato da Auteri, il Matera non riesce a rendersi pericoloso e Corsi trova il gol della domenica su assist di Okereke. E’ un gol bellissimo che lancia in orbita i rossoblù di cui è capitano e rende ininfluente quello di Dugandzic. (Antonello Greco)

CRONACA.
1′ Inizia il match. Cosenza in maglia rossoblù, Matera in divisa bianca
7′ Cross di D’Orazio dalla sinistra in area, il lancio però è troppo lungo e Bruccini non riesce ad arrivare sulla palla
12′ Occasionissima per il Cosenza. Angolo di D’Orazio, la palla arriva sui piedi di Pascali che al volo colpisce la sfera che scheggia il palo
14′ Altra occasione per il Cosenza questa volta con Perez che davanti a Golubovic colpisce male mandando la palla a lato
19′ Gran tiro di Bruccini dalla distanza, Golubovic respinge e la difesa ospite respinge in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
21′ Giovinco va via sulla corsia di destra, mette al centro ma Corsi di testa appoggia per Saracco
24′ Punizione di Loviso in area, Golubovic respinge con i pugni, la palla arriva sui piedi di Calamai che dal limite prova il tiro ma la sfera termina fuori
30′ Angolo di Loviso in area, la sporcata arriva sui piedi di Tutino che prova a soprendere Golubovic in rovesciata ma la sfera termina di poco alta sopra la traversa
33′ Ancora una grande occasione per il Cosenza. Punizione in area di Loviso la difesa ospite devia la sfera che termina di poco lontana dall’incrocio dei pali. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
35′ Bella palla di Loviso in area per Calamai che stoppa di petto e prova acalciare ma Golubovic esce a valanga
36′ Maimone ci prova dalla distanza ma la sfera termina fuori
42′ Angolo di Loviso in area, Perez colpisce la palla ma il suo tiro termina fuori
45′ Un minuto di recupero
45’+1′ Termina la prima frazione di gioco a reti inviolate

SECONDO TEMPO
1′ Inizia la ripresa con gli stessi uomini della prima frazione di gioco
6′ Loviso ci prova dalla distanza con un gran tiro ma la sfera termina alta
10′ D’Orazio mette al centro, Tutino incredibilmente da due passi calcia alto ma il direttore di gara ferma tutto per fuorigioco
13′ Giovinco ci prova poco dentro l’area di rigore ma il suo tiro termina alto
16′ Primo cambio per il Cosenza. Dentro il nuovo arrivo Okereke e fuori Tutino
18′ Goooooool… Cosenza in vantaggio. Pascali di testa non lascia scampo a Golubovic
20′ Dentro Di Livio e fuori Maimone
25′ Esce Perez ed entra Baclet
30′ Dentro Corado e Battista per Giovinco e Sernicola
36′ Gooooooooool del Cosenza. Okereke va via in cotropiede serve sulla destra Corsi che fa partire un gran tiro ad incrociare che si insacca sotto l’incrocio per il raddoppio dei Lupi
37′ Fuori Urso e dentro Dugandzic
44′ Gol del matera. Dugandzic accorcia le distanze con un tiro a giro
45′  Esce Loviso ed entra Trovato
45′ Cinque minuti di recupero
45’+1′ Cosenza rimane in dieci per l’espulsione di Calamai
45’+6′ Squadre negli spogliatoi.

 

Il tabellino
COSENZA (3-5-2): Saracco; Idda, Dermaku, Pascali; Corsi, Bruccini, Loviso (45′ st Trovato), Calamai, D’Orazio; Tutino (16′ st Okereke), Perez (25′ st Baclet). A disp.: Perina; Pasqualoni, Boniotti, Pinna, Braglia T., Mungo, Trovato, Mendicino. All.: Braglia P.
MATERA (3-4-3): Golubovic; Scognamillo, De Franco, Sernicola (30′ Corado); Angelo, Urso (37′ st Dugandzic), De Falco, Maimone (20′ st Di Livio), Casoli; Giovinco (30′ st Battista), Sartore. A disp.: Tonti, Mittica, Di Sabatino, Gigli, Taccogna. All.: Auteri
ARBITRO: Schirru di Nichelino
MARCATORI: 18′ st Pascali (C), 36′ st Corsi (C), 44′ st Dugandzic (M)
NOTE: Spettatori circa 1500 con rappresentanza ospite. Espulsi: al 46′ st Calamai; Ammoniti: Perez (C), Urso, Maiomone, De Falco (M); Angoli: 6-2; Recupero: 1′ pt – 5’+1 st

Related posts