Serie C

Tra Lecce e Catania è 1-1. Cambia la zona playoff. Tabellini e voti dopo la 22° giornata di Serie C/C

Nessun vincitore nel big-match di giornata. Salgono Cosenza e Rende, mentre in coda importanti affermazioni di Fidelis Andria, Reggina e Sicula Leonzio.

Nella 22esima giornata del campionato di Serie C Girone C il Cosenza batte per 2-1 il Matera grazie alle reti di Pascali e Corsi e conquista il quinto posto in classifica. Il big match di giornata tra Lecce e Catania finisce in parità. Ospiti in vantaggio con Lodi nel primo tempo, pareggio dei padroni di casa nella ripresa con Di Piazza. Cade clamorosamente il Trapani sul terreno di gioco della Sicula Leonzio per 1-0. Il gol vittoria porta la firma di Russo nella ripresa. Nell’anticipo del sabato il Rende espugna il terreno di gioco del Siracusa per 1-0 grazie ad una rete di Porcaro sul finire del primo tempo. Colpaccio del Monopoli che espugna il terreno di gioco dell’Akragas per 3-2. In gol per i pugliesi Sarao, Bei e Mercadante. Termina 2-2 la sfida tra Fondi e Francavilla. Il gol del definitivo pari per gli ospiti arriva sul finire della prima frazione di gioco con Viola. Vittoria pesante in chiave salvezza per la Reggina che batte di misura la Paganese per 1-0. Il gol vittoria porta la firma di Francesco su calcio di rigore nei minuti finali. Finisce in parità la sfida tra Juve Stabia e Catanzaro. Padroni di casa in vantaggio grazie ad un’autorete di Zanini nel primo tempo. Pareggio dei giallorossi sul finire di gara con Letizia. Colpaccio, infine, della Fidelis Andria sul campo della Casertana per 2-1. Mattatore del match Lattanzio autore di una doppietta. Ecco tutti i tabellini. (Antonello Greco)

AKRAGAS-MONOPOLI 2-3 
AKRAGAS (4-2-3-1): Vono 7; Scrugli 5.5, Danese 5, Pisani 5, Russo 5 (34′ st Saitta sv); Vicente 6.5, Carrotta 7 (16′ st Navas 5.5); Longo 5.5, Salvemini 7, Franchi 5 (16′ st Gjuci 5.5); Parigi 6.5. A disp.: Amelia, Lo Monaco, Petrucci, Ioio, Canale, Bramati, Moreo. All.: Di Napoli 6.
MONOPOLI (3-5-2): Bardini 6.5; Ferrara 5, Bei 6.5 (26′ st Longo 5.5), Mercadante 7; Rota 6 (15′ st Tafa 6), Sounas 7, Scoppa 6.5, Mavretic 6 (26′ st Russo 6), Donnarumma 6.5 (37′ st Bacchetti sv); Sarao 7, Genchi 6.5 (37′ st Cappiello sv). A disp.: Bifulco, Convertini, Lanzolla, Ricucci, Zampa. All.: Scienza 7.
ARBITRO: Miele di Torino
MARCATORI: 30′ pt Sarao, 35′ pt Salvemini, 3′ st Parigi, 6′ st Bei, 33′ st Mercadante.
NOTE: spettatori 150 di cui 57 ospiti. Ammonito: Scoppa. Angoli: 8-3 Monopoli. Recupero: 0′, 4′.


FONDI-VIRTUS FRANCAVILLA 2-2 
FONDI (4-3-1-2): Elezaj 6.5; Galasso 6.5, Vastola 6, Maldini 6, Pompei 5.5; De Martino 7, Quaini 6, Ricciardi 6 (30′ st Corticchia sv); Addessi 6.5; Lazzari 6.5 (43′ st A. Mastropietro sv) Corvia 5. A disp.: Cojocaru, Vasco, Pezone, Guarnieri, De Leidi, Telloni, Ciotola, Sakaj, Paparusso. All.: Mattei 6.5.
VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi 6; Maccarrone 5.5, De Toma 6 (35′ st Albertini sv), Prestia 6.5; Pino 6, Folorunsho 6.5 (43′ st F. Mastropietro sv), Biason 5.5 (42′ st Monaco sv), Sicurella 6.5 (12′ st Madonia 6), Agostinone 6; Viola 6.5 (12′ st Lugo Martinez 6.5), Saraniti 6. A disp.: Saloni, Colonna, Sbampato, Valotti, Arfaoui. All.: D’Agostino 6.5
ARBITRO: Bitonti di Bologna
MARCATORI: 6′ pt Sicurella, 9′ pt Lazzari (rig.), 36′ pt De Martino, 1′ st Viola.
NOTE: spettatori 150 circa. Espulso: al 32′ st Corvia per proteste. Ammoniti: Galasso, Lazzari, Biason, Lugo Martinez. Angoli: 6-4 per la Virtus Francavilla Recupero: 0′, 4′.


JUVE STABIA-CATANZARO 1-1 
JUVE STABIA (4-2-3-1): Branduani 6; Nava 6 (31′ st Allievi 5.5), Morero 6, Bachini 6, Crialese 6.5; Mastalli 5.5, Viola 6; Canotto 7.5 (36′ st Calò sv), Strefezza 6.5, Simeri 6; Paponi 6.5 (22′ st Lisi 5.5). A disp.: Bacci, Dentice, Capece, Costantini, Redolfi, Matute, Berardi, D’Auria, Sorrentino. All.: Ferrara-Caserta 6.5.
CATANZARO (3-5-2): Nordi 7.5; Riggio 6 (30′ st Van Ransbeek 6), Di Nunzio 5.5, Sabato 5.5; Zanini 5.5, Onescu 6 (30′ st Spighi 5.5), Maita 6; Marin 4.5, Nicoletti 6 (7′ st De Giorgi 5.5); Letizia 6.5 (44′ st Falcone sv), Infantino 5.5. In panchina Marcantognini, Cunzi, Gamberetti, Imperiale, Puntoriere, Falcone. All.: Dionigi 5.5.
ARBITRO: D’Ascanio di Ancona 5
MARCATORI: 29′ pt di Zanini (aut.); 41′ st Letizia.
NOTE: Spettatori 2275, incasso 7558 euro. Espulso Marin per fallo di reazione al 35′ pt. Ammoniti: Canotto. Angoli 9-2. Recupero: 2′, 5′.


LECCE-CATANIA 1-1 
LECCE (4-3-1-2): Perucchini 5.5, Lepore 5.5, Cosenza 6, Riccardi 5, Di Matteo 5.5; Armellino 5, Arrigoni 5.5 (49′ st Marino sv), Mancosu 5; Costa Ferreira 5.5 (12′ st Tsonev 5.5); Torromino 5 (12′ st Di Piazza 6.5), Caturano 6 (30′ st, Dubickas 5.5). In panchina; Chroni, Vicino, Legittimo, Valeri, Lezzi, Gambardella,, Persano, Megelaitis, Ciancio. All.: Liverani 6.
CATANIA (3-5-2): Pisseri 6; Aya 5.5, Tedeschi 6, Bogdani 6; Caccetta 5.5, Lodi 6, Mazzarani 6 (22′ st Rizzo 5), Marchese 6, Di Grazia 5.5 (35′ st Semenzato 5.5); Curiale 5.5 (35′ st Ripa 5.5), Caccavallo 6 (22′ st Russotto). A disp.: Martinez, Blondett, Bucolo, Fortinito, Menneh, Esposito, Lovric. All.: Vanigli (Lucarelli squalificato) 6.
ARBITRO: Maggionii di Lecco 5.5.
MARCATORI: 19′ pt Lodi (rig); 21′ st Di Piazza.
NOTE: al 18′ del st espulso il, ds del Lecce, Meluso per proteste. Ammoniti: Aya, Pisseri e Curiale, Cosenza, Di Piazza. Angoli: 11-4 per il Lecce. Recupero: 1′, 4′.


REGGINA-PAGANESE 1-0 
REGGINA (3-5-2): Cucchietti 7; Auriletto 6, Laezza 6, Solerio 6; Hadziosmanovic 6, Marino 6 (34’st Giuffrida sv), Fortunato 6 (18’st Castiglia 6), De Francesco 7, Armeno 6.5; Bianchimano 7, Sparacello 6 (34’st Tulissi sv). A disp.: Licastro, Pasqualoni, Gatti, Turrin, Bezziccheri, Amato. All.: Maurizi 7.
PAGANESE (4-3-3): Gomis 7.5; Meroni 6, Piana 5.5, Carini 5 (46’st Maiorano sv), Della Corte 5.5 (17’st Ngamba 5.5); Tascone 6, Baccolo 5, Scarpa 5.5 (28’st Bensaja sv); Picone 6, Talamo 5.5, Cesaretti 5.5. A disp.: Galli, Marone, Buonocore, Bernardini, Marigliano, Acampora, Dinielli. All.: Favo 5.5.
ARBITRO: De Tullio di Bari 5.5.
MARCATORI: 39’st De Francesco (rigore).
NOTE: spettatori: 2.473 per un incasso totale di 16.626,71. Al 38’st espulso Baccolo per doppia ammonizione; al 49’st espulso Carini per proteste dalla panchina.Ammoniti: Fortunato, Bianchimano, Tascone, Picone, Cesaretti. Angoli: 9-7. Recupero 3′, 5′. Al 32’pt Cucchietti para un rigore a Scarpa.


SICULA LEONZIO-TRAPANI 1-0 
SICULA LEONZIO (4-3-3): Narciso 6.5; Pollace 7, Camilleri 6.5 (25′ st Aquilanti 6.5), Gianola 7, Squillace 6.5; D’Angelo 6.5, Esposito 6.5, Davì 6.5; Bollino 6.5 (43′ st Granata sv), Foggia 6 (25′ st Lescano 6), Arcidiacono 6 (34′ pt Russo 7). A disp.: Ciotti, Giuliano, Monteleone, De Felice, Bonfiglio, Cozza, Marano. All.: Diana 7.
TRAPANI (3-5-2): Furlan 6; Fazio 6, Pagliarulo 5.5, Rizzo 5.5 (24′ st Drudi 6); Marras 6.5, Bastoni 6 (30′ st Steffè sv), Corapi 6 (39′ st Minelli 4), Palumbo 5.5, Visconti 5.5; Reginaldo 5.5 (24′ st Evacuo 5.5), Murano 5.5. A disp.: Pacini, Compagno, Scarsella, Dambros, Canino, Girasole. All.: Calori 5.5.
ARBITRO: Gariglio di Pinerolo 6
MARCATORE: 22′ st Russo.
NOTE: Spettatori 1500 circa. Espulso: al 50′ st Minelli per gioco scorretto. Ammoniti: Fazio, Corapi, Marras, Esposito, Davì. Angoli: 4-3 per il Trapani. Recupero: 1′, 6′.


SIRACUSA-RENDE 0-1
SIRACUSA (3-4-1-2): Tomei 6.5; Daffara 6, Magnani 5.5 (20′ st Mucciante 6), Giordano 5.5; Palermo 5 (20′ st Parisi 6), Toscano 5 (34′ st Sandomenico sv), Spinelli 5.5, Liotti 6 (34′ st Grillo sv); Catania 5.5; Bernardo 6, Scardina 6 (40′ pt Mazzocchi 5.5). A disp.: D’Alessandro, Di Grazia, Vicaroni, Mancino. All.: Bianco 5.5.
RENDE (3-5-2): Forte 7; Sanzone 6.5, Porcaro 6.5, Pambianchi 6.5; Godano 6 (34′ st Viteriti sv), Franco 6.5 (32′ st Gigliotti sv), Laaribi 6.5, Rossini 6, Blaze 6.5; Actis Goretta 5.5 (25′ st Vivacqua 6), Ricciardo 6. A disp.: De Brasi, Boscaglia, Marchio, Piromallo, Germinio, Coppola, Felleca, Novello, Calvanese. All.: Trocini 6.5.
ARBITRO: Meleleo di Casarano 6.5.
MARCATORI: 39′ pt Porcaro.
NOTE: spettatori 1300 circa. Ammoniti: Actis Goretta, Godano, Mucciante. Angoli: 8-6. Recupero: 2′, 4′


COSENZA-MATERA 2-1
COSENZA (3-5-2): Saracco 6; Idda 6.5, Dermaku 6.5, Pascali 7; Corsi 7, Bruccini 6, Loviso 6.5 (45′ st Trovato sv), Calamai 6.5, D’Orazio 6.5; Tutino 6 (16′ st Okereke 6), Perez 6 (25′ st Baclet 6). A disp.: Perina; Pasqualoni, Boniotti, Pinna, Braglia T., Mungo, Trovato, Mendicino. All.: Braglia P. 7
MATERA (4-4-2): Golubovic 6.5; Angelo 5.5, Scognamillo 5.5, De Franco 5.5, Sernicola 5.5 (30′ Corado 6); Urso 5.5 (37′ st Dugandzic 6.5), De Falco 5, Maimone 5 (20′ st Di Livio 5.5), Casoli 6; Giovinco 5.5 (30′ st Battista 5.5), Sartore. A disp.: Tonti, Mittica, Di Sabatino, Gigli, Taccogna. All.: Auteri 5.5
ARBITRO: Schirru di Nichelino
MARCATORI: 18′ st Pascali (C), 36′ st Corsi (C), 44′ st Dugandzic (M)
NOTE: Spettatori circa 1500 con rappresentanza ospite. Espulsi: al 46′ st Calamai; Ammoniti: Perez (C), Urso, Maiomone, De Falco (M); Angoli: 6-2; Recupero: 1′ pt – 5’+1 st


CASERTANA-ANDRIA 1-2
CASERTANA (4-3-2-1):
Cardelli 5; D’Anna 5, Polak 5 (25′ st Lorenzini 5.5), Rainone 6.5, Finizio 5 (17′ st Meola 5); De Rose 5, Carriero 5 (17′ st De Vena 6), Rajcic 5 (24′ st De Marco 6); Alfageme 6, Turchetta 6; Padovan 6.5. A disp.: Avella, Gragnaniello, Ferrara, Forte, Cigliano, Santoro, Minale, Tripicchio. All.: D’Angelo 5.
ANDRIA (3-5-2): Maurantonio 7; Rada 5.5, Tiritiello 7, Quinto 6.5; Piccinni 6.5, Esposito 6, Matera 6, Di Cosmo 6 (15′ st Lobosco 6), Celli 6; Lattanzio 8 (38′ st Taurino sv), Croce 6.5 (16′ st Scaringella 6). A disp.: Cilli, Tartaglia, Barisic, Minicucci, Ippedico, Antonicelli, Camporeale, Zingaro. All.: Papagni 7.
ARBITRO: Prontera di Bologna 6.5.
MARCATORI: 39′ pt Padovan, 42′ pt e 3′ st Lattanzio.
NOTE: serata fresca, spettatori 2000 circa. Ammoniti: D’Anna, Tiritiello, Polak, Matera. Angoli: 7-2. Recupero: 1′, 2′.

 

 

 

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina