Tutte 728×90
Tutte 728×90

Duplice tentato omicidio a Corigliano, sospetti su una quarta persona

Duplice tentato omicidio a Corigliano, sospetti su una quarta persona

La Procura non esclude che la lite che si è scatenata tra padre, figlio e nuora possa fare intravvedere anche una ipotesi di tentativo di estorsione.

C’e’ una quarta persona coinvolta nel duplice tentato omicidio che si è verificato ieri a Schiavonea di Corigliano Calabro. Si tratterebbe del genero di Francesco Sisto, uno dei due feriti nella sparatoria. La Procura di Castrovillari, che al momento non ha emesso alcun provvedimento nei suoi confronti, oggi lo sentirà per chiarire la vicenda. Si sospetta che il giovane abbia sparato alcuni colpi di pistola alle finestre dell’abitazione di Cosimo Sisto, prima che il figlio Francesco e la nuora Mina Gargiullo lo andassero a trovare, per discutere della suddivisione dei beni di famiglia. La Procura non esclude che la lite che si è scatenata tra padre, figlio e nuora possa fare intravvedere anche una ipotesi di tentativo di estorsione.

«Per questo al momento abbiamo anche fatto piantonare il ferito – dice il procuratore Eugenio Facciolla all’Agi – perché potrebbe anche avere delle responsabilità». Pare che nella famiglia Sisto non tutti i figli fossero contenti della divisione dei beni e che qualcuno non avesse rispettato le volontà del padre, che avrebbe aperto un secondo panificio proprio per appianare i diverbi tra i suoi figli. Intanto si apprende che i due feriti sono ancora in gravi condizioni, anche se non sarebbero in pericolo di vita. Francesco Sisto si trova nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Cosenza, in coma farmacologico. La moglie è stata invece trasferita nel reparto di chirurgia toracica dell’ospedale di Bari».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it