Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il nodo delle elezioni agita i partiti in Calabria

Il nodo delle elezioni agita i partiti in Calabria

L’unico che sembra in uno stato già avanzato è il Movimento 5 Stelle, che domenica sera ha definito, con la selezione del voto online, la griglia dei candidati nei collegi plurinominali. Ecco i nomi.

Situazione molto fluida in “Liberi e Uguali”, lo schieramento che raggruppa varie forze di sinistra a sostegno di Piero Grasso: “Leu” avrebbe definito i capilista dei collegi plurinominali in Calabria indicando il parlamentare crotonese Nico Stumpo, che dovrebbe guidare la lista sia del collegio “Nord” sia del collegio “Sud” alla Camera, e il segretario regionale di Sinistra Italiana, Angelo Broccolo, in testa alla lista proporzionale del Senato.

Ancora da definire le caselle di “Leu” negli uninominali: l’attivista Anna Falcone, protagonista del movimento del no al referendum costituzionale del dicembre 2016, potrebbe essere candidata a Cosenza, mentre il consigliere metropolitano Filippo Quartuccio potrebbe correre nel collegio Reggio-Palmi della Camera. Nelle ultime ore però “Leu” ha incassato anche due rinunce molto significative, quella di Giuseppe Lo Schiavo, già candidato sindaco a Vibo Valentia, e quella dell’indipendente Nicola Fiorita, docente universitario e già candidato sindaco di Catanzaro.

Tra le forze politiche in campo, l’unica che sembra in uno stato già avanzato è il Movimento 5 Stelle, che domenica sera ha definito, con la selezione del voto online, la griglia dei candidati nei collegi plurinominali, puntando in Calabria su 8 esordienti e riconfermando il senatore uscente Nicola Morra (capolista al senato) e i deputati uscenti Dalila Nesci, Paolo Parentela e Federica Dieni (in quest’ordine posizionati nel collegio “Sud” della Camera). Nei prossimi giorni saranno designati da leader pentastellato Luigi Di Maio anche i 12 candidati nei collegi uninominali in Calabria.

Related posts