Tutte 728×90
Tutte 728×90

San Sosti, reati ambientali e lavoro in nero: ecco l’attività dei carabinieri

San Sosti, reati ambientali e lavoro in nero: ecco l’attività dei carabinieri

Continuano incessantemente i controlli sul territorio da parte dei carabinieri della compagnia di San Marco Argentano ed in particolare in materia di reati ambientali.

Nella giornata di ieri, i militari della stazione di San Sosti hanno deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria di Castrovillari, tre persone poiché resisi responsabili a vario titolo di aver attivato all’interno di un esercizio commerciale di San Sosti, una discarica non autorizzata di rifiuti speciali.

I militari hanno accertato che il personale di una ditta presente nel vicino comune di Mottafollone, ed impegnata nei lavori di installazione della fibra ottica, aveva trasportato illecitamente i rifiuti prodotti dai lavori intrapresi, all’interno di un’attività commerciale adibita a ristorante, poiché la stessa proprietaria della struttura commisionava tale materiale di risulta destinato al riempimento di un’area per la realizzazione di una piscina in fase di costruzione all’interno del proprio esercizio commerciale. nel contesto l’intera area di circa 370 mq veniva sottoposta a sequestro probatorio.

Ulteriori accertamenti, da parte dei carabinieri, hanno consentito altresì di verificare che un operaio della summenzionata ditta era un lavoratore sommerso e pertanto nei suoi confronti e del datore di lavoro venivano contestate violazioni di carattere amministrativo nel rispetto della disciplina prevista dal d.lgs. 81 del 2015 (lavoro sommerso in nero).

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it