Tutte 728×90
Tutte 728×90

Regge il bunker del Siracusa. Cosenza, irruzione al quarto posto rimandata (0-0)

Regge il bunker del Siracusa. Cosenza, irruzione al quarto posto rimandata (0-0)

L’occasione migliore capita sui piedi di D’Orazio nel primo tempo, ma il Cosenza non riesce a scardinare la difesa di un Siracusa quadrato e ordinato in difesa.

L’assalto del Cosenza al quarto posto è respinto. Il Siracusa strappa un punto dal Marulla con le unghie e con i denti e difende il prezioso piazzamento che i Lupi vorrebbero tutto per sé. Gli aretusei si esprimono esclusivamente in chiave di non possesso, tanto che Saracco non subirà mai un tiro. Lo 0-0 muove la classifica e il pubblico applaude. Domenica prossima a Catania, però, servirà qualcosa in più.
E’ il 3-5-2 di Piero Braglia quello che salta agli occhi alla lettura delle formazioni. Il modulo collaudato con cui nelle ultime settimane i rossoblù non hanno avuto rivali. Gioca dal 1′ Camigliano: Pascali scala al centro della difesa al posto dello squalificato Dermaku e l’ex Cittadella giostra sul centrosinistra. A centrocampo tornano titolari Palmiero e Calamai: appiedato Loviso. Davanti Perez è supportato da Tutino. Bianco risponde con un modulo a specchio affidandosi Scardina. L’ex più atteso, Catania, parte dalla panchina, mentre giocano Giordano e Spinelli.
Nel primo tempo è il Cosenza a cercare con insistenza la rete del vantaggio e cerca di sfruttare specialmente i calci franchi su cui gli spilungoni rossoblù sono particolarmente ferrati. Il Siracusa si difende in blocco e di rado riesce a partire in contropiede. E’ il centrocampo di Braglia a comandare nella zona nevralgica, con Palmiero abile regista e Calamai che cattura tanti palloni. Bruccini, inoltre, fa entrambe le fasi con grande diligenza. L’occasione giusta ce l’ha Calamai che calcia su D’Agostino, ma il punteggio al rientro negli spogliatoi è fermo sullo 0-0.
Nella ripresa il Siracusa riesce a non farsi schiacciare al limite dell’area e, sebbene subisca l’iniziativa del Cosenza, permette a D’Alessandro di vivere 45′ tranquilli. Anzi, giusto l’ordinario. Dall’altra parte Saracco non si sporcherà mai i guanti per l’intero arco della partita. Braglia non riesce ha dare la scossa con i cambi e anche l’inserimento di Mungo da trequartista, non sortisce gli effetti sperati. Il quarto posto per adesso resta ad appannaggio degli aretusei. Ma ci sarà tempo.
CRONACA
1′ Partiti. Il primo pallone è del Siracusa.
10′ Bene il Cosenza che tiene molto alto il suo baricentro.
13′ Giallo a Bruno dopo un’entrataccia su Corsi.
15′ Azione confusa del Cosenza in area, ma i rossoblù dopo un paio di rimpalli non riescono a buttarla dentro.
26′ Il Cosenza spinge, ma di azioni pericolose ancora nessuna.
29′ Cosenza ad un passo dal gol. Su azione di calcio piazzato D’Orazio arriva al tiro da buona posizione. D’Alessandro si supera.
34′ Ancora Lupi all’attacco. Stavolta Liotti per poco non fa autorete.
36′ Angolo di Bruccini, il solito Pascali stacca di testa. La mira, però, non è perfetta.
45′ Due i minuti di recupero.
SECONDO TEMPO.
1′ Partiti. Il Siracusa manda dentro Altobelli al posto di Parsi.
6′ L’accorgimento di Bianco è spostare Giordano a centrocampo con Toscano che si allarga a destra.
8′ D’Orazio di controbalzo impegno D’Alessandro.
19′ E’ il momento di Okereke. Gli lascia spazio Tutino.
24′ Dentro Ramos e Baclet, fuori D’Orazio e Perez.
31′ Dentro Mungo per Palmiero: il Cosenza passa al 3-4-1-2.
45′ Concessi 4′ di recupero.

 

Il tabellino:
COSENZA (3-5-2):
 Saracco; Idda, Pascali, Camigliano; Corsi, Bruccini, Palmiero (31′ st Mungo), Calamai, D’Orazio (25′ st Ramos); Perez (24′ st Baclet), Tutino (19′ st Okereke). A disp.: Zommers, Pasqualoni, Boniotti, Trovato, T. Braglia. All.: Braglia
SIRACUSA (3-5-2): D’Alessandro;Giordano, Mucciante, Bruno; Parisi (1′ st Altobelli), Palermo, Spinelli, Toscano, Liotti; Bernardo, Scardina. A disp.: Tomei, Bruno, Di Grazia, Mangiacasale, De Silvestro, Catania, Vicaroni, Mazzocchi, Mancino, Grillo, Punzi. All.: Bianco
ARBITRO: Guida di Salerno
MARCATORI:
NOTE: Spettatori 2254 di cui 91 ospiti Incasso di 13.519 euro più la quota abbonati di 2.983 euro. Espulsi: -. Ammoniti: Bruno (S), Mucciante (S), Giordano (S), Pascali (C). Angoli: 9-1 per il Cosenza. Recupero: 2′ pt – 4′ st

Related posts