Cosenza Calcio

Braglia a caccia della “decima”. Nel mirino poi Mutti, Toscano e… Di Marzio

Il Seminatore d’Oro arrivò a 14 risultati utili consecutivi. Mutti e Toscano si fermarono ad uno in meno. A quota dieci Braglia sarebbe in ottima compagnia…

Il Cosenza non perdendo a Catania avrà l’opportunità di andare in cifra tonda in campionato. Uscendo imbattuti dal Massimino, così come avvenuto nel ultime stagioni con Roselli e De Angelis, Piero Braglia allungherebbe la striscia di risultati utili consecutivi a dieci. Sarebbero undici se si volesse considerare anche la Coppa Italia, ma nella nostra analisi ci limitiamo al rendimento stagionale offerto da Baclet e compagni nel girone C della Serie C.

Il dato non è trascurabile perché negli ultimi trent’anni solo cinque allenatori hanno fatto meglio del tecnico toscano in campionati pro- fessionistici. Tommaso Napoli, nel 2012, riuscì invece ad arrivare a 17, ma era Serie D.

A detenere il record è Gianni Di Marzio, l’indimenticato trainer del tanto agognato ritorno in Serie B dopo oltre venticinque anni. La squadra guidata dal Seminatore d’oro accelerò in vista del traguardo: dopo la sconfitta patita per 2-0 a Licata, non perse per quattordici gare consecutive. Otto pareggi e sei significarono promozione diretta in Serie B. Da allora, nessuno ha saputo fare meglio, sebbene in due abbiano insidiato il primato.

Bortolo Mutti regalò 13 domeniche di gloria ai tifosi del Cosenza che, probabilmente, hanno un peso specifico maggiore dato che arrivarono in Serie B. Era la stagione ’95-’96 e grazie ad otto pareggi e cinque vittorie i Lupi sognarono di accomodarsi al tavolo delle grandi. La striscia fu interrotta dal Bologna, in un’epica partita al Dall’Ara. Quasi duemila sostenitori al seguito applaudirono la squadra che uscì a testa alta dal confronto con gli emiliani. Finì 3-2 per i padroni di casa, ma Tatti e Lucarelli fecero vedere i sorci verdi agli avversari pareggiando due volte il conto.

Fece tredici anche Mimmo Toscano, che poi vinse il campionato a mani basse. Si parla di Serie C2, torneo ’08-’09. Una volta caduto a Gela, il Cosenza rialzò la testa e blindò il primato in classifica fino al ko contro la Val di Sangro per 1-0. A temperature polari, con la neve ai lati del campo, decise tale Memmo.

Qualora Braglia riuscisse ad arrivare a centrare la “decima”, sarebbe in buona compagnia. Troverebbe in fatti Giuliano Sonzogni (promozione tra i cadetti nel ’97-’98 e Roberto Cappellacci, promosso in Prima divisione nel ’13-‘14). Restano fermi a quota 9 Bruno Giorgi (l’anno della classifica avulsa), Fausto Silipo (stagione ‘93/’94) e, più recentemente Giorgio Roselli (stagione ‘14/’15).

 

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina