Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’intervento di Giudiceandrea: «Solidarietà agli studenti del “Quasimodo-Serra”»

L’intervento di Giudiceandrea: «Solidarietà agli studenti del “Quasimodo-Serra”»

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del consigliere regionale Giuseppe Giudiceandrea in merito alla battaglia che sta conducendo il corpo studentesco del “Quasimodo-Serra”.

Esprimiamo, come Gruppo Democratici Progressisti, la massima solidarietà e vicinanza agli studenti ed al corpo docente e non docente dell’istituto tecnico per geometri di Cosenza, Quasimodo-Serra, nella battaglia che stanno democraticamente conducendo per mantenere la loro sede di Via A. Morrone (trav. Via Popilia), dalla quale l’amministrazione provinciale di Cosenza vorrebbe vederli trasferire per “fare posto” a studenti e docenti del liceo Scientifico “E. Fermi”.
Siamo fermamente convinti dell’inutilità di ben due traslochi per il momento (il Serra verso i locali disponibili nei pressi del liceo “Scorza” ma nella stessa sede del “Pezzullo”; il fermi nei locali da più anni adibiti alla sede del “geometra”), ai quali dovrebbero seguire, secondo le promesse dell’amministrazione, altri due traslochi (il Fermi verso la erigenda nuova sede in via xxiv maggio ed il Serra “di ritorno” verso l’attuale sede di via A Morrone).
Se non fosse per la conoscenza che abbiamo per l’attuale amministrazione provinciale, verrebbe da pensare che vorrebbe operarsi un trattamento di “favore” verso studenti e docenti liceali, a danno del geometra, come se i nostri figli debbano essere considerati di serie A o serie B a seconda della scuola frequentata. 
Il Quasimodo- Serra ha finalmente ottenuto, dopo anni di battaglie e trasferimenti da sedi inadeguate e fatiscenti, un plesso a norma, con spazi dedicati a moderni ed attrezzati laboratori, che preparano tecnici su materie tradizionali e d’avanguardia.
Chiediamo pertanto al Presidente Iacucci ed alla sua giunta, in via formale ed ufficiale, di farsi carico del reperimento di una soluzione alternativa che non veda intaccati i diritti acquisiti del Quasimodo-Serra, garantendo al contempo un “parcheggio” dignitoso agli studenti del Fermi di cui mi onoro di essere stato allievo.
Non è spogliando un santo che se ne veste un altro. Il Presidente Iacucci lo sa e siamo sicuri che non lo farà, resistendo da uomo di sinistra e delle istituzioni alle pressioni cui per questa vicenda potrebbe essere sottoposto. Gli studenti ed i docenti del Serra non sono figli di un Dio minore.
On. Giuseppe Giudiceandrea

Related posts