Tutte 728×90
Tutte 728×90

Aprigliano aspetta la Brutium: in palio tre punti d’oro in un match dai mille motivi

Aprigliano aspetta la Brutium: in palio tre punti d’oro in un match dai mille motivi

Nel girone d’andata il match disputato al Marca è terminato sul risultato di 1-1. Lo scorso anno invece, l’Aprigliano fu protagonista negativo per la Brutium nella lotta salvezza.

Terz’ultima giornata dello scorso campionato di Promozione. E’ domenica 2 di aprile del 2017. La Brutium Cosenza, ormai quasi certa di disputare i play-off, sta lottando per piazzarsi almeno al 13° posto finale, in modo da disputare gli spareggi per non retrocedere sul terreno amico. I rivali dei rossoblù sono i catanzaresi del Botricello che però sembrano ben distanti dalla Brutium. Prima di quella giornata infatti, la classifica dice Brutium Cosenza 28 punti e Botricello 22. La squadra allora allenata da Nocito, ospita l’Aprigliano, che all’andata ha battuto i rossoblù per 2-1 (vedi foto Shartella nel titolo). Gli uomini di Domanico, dopo un grandissimo campionato, sono al 5° posto con 45 punti ma con poche possibilità di centrare i play-off con 45 punti. Per sperare negli spareggi per la promozione dovrebbero ridurre il gap dal 2° posto occupato dall’Amantea, a meno di 10 punti. I blucerchiati però hanno 59 lunghezze in classifica ed un calendario tutt’altro che complicato. La partita quel giorno al “Marca” è molto combattuta. La Brutium ha la possibilità di vincere ma sbaglia un calcio di rigore con capitan Ponzio, mentre l’Aprigliano colpisce due pali. Alla fine ne verrà fuori uno 0-0 che non servirà a nessuno. La matematica condanna entrambe: Aprigliano fuori dai play-off (nonostante il ko interno dell’Amantea) e Brutium matematicamente ai play-out. Mentre il Botricello vince contro il Cariati e si rifà sotto. (continua sotto)

Questo il tabellino di quel giorno al Marca

BRUTIUM CS-APRIGLIANO 0-0
BRUTIUM CS (4-4-2): Fabiano; G. Scarlato, Ponzio, Coscarelli, Urso; Fiumara, F. Caruso, Ferraro (28’ st Manneh), Scarlato; De Carlo, Principe (30’ st Presta). In panchina: Iusi, Irace, G. Caruso, Greco, Casciaro. All: Nocito
APRIGLIANO (4-4-2): Mauro; Bozzo, Porco, Grandinetti, Mancuso; Sidoti, Paciola (44’ st Paciola), Lepore, Tarantino; Nicoletti (28’ st Ruffolo), Federico. In panchina: Provenzano, Altomare, Cipparrone, Trocini, D’Angelo. All: Domanico.
ARBITRO: Viapiana di Catanzaro
NOTE: Spettatori circa 100. Ammoniti: Coscarelli, Ferraro, Di Carlo (B); Bozzo, Grandinetti (A). Al 4′ pt Ponzio (BC) ha fallito un calcio di rigore.

La classifica vede la Brutium Cosenza sempre con 28 punti ed il Botricello a 25. Il calendario dice Cotronei-Brutium e Aprigliano-Botricello. Sulla carta sarebbero due 1 facili. Il Cotronei vince la sua partita e festeggia l’Eccellenza conquistata una settimana prima davanti ai suoi tifosi. Un netto 4-1 per i giallorossi. Ad Aprigliano invece succede l’incredibile ed il Botricello vince per 3-2 una partita pazzesca. La situazione adesso è tragica. In classifica le due squadre sono appaiate e, negli scontri diretti, nonostante una vittoria a testa, i catanzaresi sono in vantaggio per aver segnato un gol in più. Sui social si accusa l’Aprigliano di scarso fair-play. La situazione diventa rovente anche perchè, nell’ultima giornata, il Botricello ospita un Cotronei con la testa già in vacanza e vince per 1-0. La Brutium invece cade nel match interno contro l’Olympic Acri a caccia del terzo posto. La squadra di Nocito è condannata a giocarsi la permanenza in Promozione fuori casa.

Ma così come successo un anno prima a Falerna contro la Promosport, anche questa volta la Brutium firma l’impresa. Un gol di Urso permette ai rossoblù di sbancare Botricello e di mantenere la categoria. E’ il 7 maggio del 2017. Una grandissima gioia per i rossoblù che, negli spogliatoio, festeggiano al grido di: “Chi non salta è di Aprigliano”.

 

Nel frattempo, quasi un anno dopo, le due squadre si sono già incontrate nuovamente in campionato, lo scorso 16 ottobre al Marca. Ed anche questa volta ne è uscito fuori un pareggio:

BRUTIUM COSENZA: Gardi, Martucci, De Rose (32’ st Caruso), De Giacomo, Ponzio, Coscarelli, Scarnato (28’ st Irace), Caruso (32’ st Principe), Principato (9’ st Fiumara) Russo, Basile. A disp.: Salvati, Marsico, Greco. All.: Filareti
APRIGLIANO: Sacco, Polizzo (6’st Servidio), Canonaco, Pascuzzo, Iantorno (36’ st Barberio), De Cicco, Perri, Facciolla (19’ st D’Angelo 6), Federico, Falou (28’ st Palazzo), Stillitano. A disp.: Mazza, Tarantino, Altomare. All.: Stranges
ARBITRO: Lenti di Paola
MARCATORI: 6’ pt Principato (B), 36’ pt Federico (A, rig.)
NOTE: spettatori 300 circa, giornata calda. Angoli: 5-4 per l’Aprigliano. Ammoniti: Coscarelli, Scarlato, Basile, Caruso (B), Pascuzzo, Stillitano (A). Recupero: 0’ pt – 5’ st

Oggi, dopo un anno, sono cambiati gli allenatori (ora Stranges per l’Aprigliano e Malvasi per la Brutium), sono cambiati i calciatori. Il clima sembra essere ben più disteso tra le parti. Anche in classifica le due squadre stanno lottando per raggiungere la salvezza senza passare dai play-out e domenica, saranno nuovamente una contro l’altra per la 21^ giornata del campionato di Promozione. In palio tre punti d’oro che valgono molto più della partita in sè ma che, siamo certi, verranno contesi nel rispetto dei valori dello sport e dell’amicizia come insegna la storia sportiva delle due squadre. (Alessandro Storino)

 

 

Related posts