Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braglia: «Nessuna paura del Catania, gli romperemo le scatole»

Braglia: «Nessuna paura del Catania, gli romperemo le scatole»

Braglia non esclude accorgimenti di natura tattica ed aggiunge: «La Coppa Italia? La rispetto, ma io penso al campionato che è la cosa primaria».

Catania-Cosenza può rappresentare uno dei crocevia della stagione, a prescindere dall’impegno di mercoledì a Lecce in Coppa Italia. Quello che preme maggiormente a Braglia è il campionato e il tecnico lo ha lasciato intendere senza girarci intorno nella conferenza stampa di questa mattina. Ha sottolineato di avere delle aspettative ed è convinto che al Massimino i suoi giocheranno con grinta e determinazione.

«Noi siamo in un buon momento nonostante qualche problemino – ha detto Braglia – Abbiamo però i mezzi per rompergli le scatole e faremo la nostra partita. Inizia domani il vero campionato, è il periodo più duro». L’auspicio del tecnico è che i rossoblù si facciano trovare pronti in uno dei momenti cruciali della stagione. «A volte secondo me lavoriamo anche troppo – aggiunge – stiamo spingendo eccessivamente e non conviene in questo periodo. L’attenzione? Quella c’è, manca però più movimento e intraprendenza. Dobbiamo cercare anche di saltare l’uomo ed essere propositivi, serve che qualcuno accenda la scintilla».

Braglia non esclude accorgimenti, tanto che all’orizzonte potrebbe presentarsi anche una nuova modifica al sistema di gioco. «Mungo è un’idea, come non va scartato un altro cambio modulo – evidenzia Braglia – Io non mi accontento finché non vedo ciò che voglio. A Castellmmare di Stabia passammo dal 3-4-3 al 4-3-3 in una settimana di pausa e andammo in Serie B».

Al Massimino ci sarà tanta gente e un ambiente affamato di Serie B. «Non abbiamo paura del Catania, sono le gare più belle da giocare davanti a tanta gente – dice Braglia – Questo match sarà uno dei crocevia della stagione dove ci confronteremo con una squadra forte. Ho delle aspettative, ma se saranno più bravi gli batteremo le mani. Noi ci metteremo cattiveria agonistica e determinazione»

Chiusura dedicata ai tre impegni ravvicinati in otto giorni. «La Coppa Italia? La rispetto, ma la cosa primaria è il campionato – taglia corto Braglia – Vogliamo dare soddisfazioni ai tifosi e spero che vengano sempre di più allo stadio: per noi sarebbe gratificante».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it